Slitta ancora il processo alla Tommasielli per biglietti gratis allo stadio. Il Napoli chiede i danni




NAPOLI - E' slittato a giugno l'avvio del processo, già rinviato più volte, che vede tra gli imputati il vicesindaco Tommaso Sodano accusato di falso e abuso di ufficio per l’affidamento di un progetto in materia ambientale a una professionista esterna al Comune di Napoli, Maria Cristina Roscia, anche lei rinviata a giudizio, e l'ex assessore allo sport Pina Tommasielli coinvolta nel filone d'indagine  per il reato di falso per l’annullamento di ben sette contravvenzioni elevate per il transito non autorizzato nella ztl Dante alle auto della sorella e del cognato e per un’ipotesi di peculato per aver fatto entrare gratis allo stadio i due figli e alcuni amici utilizzando biglietti non assegnati e destinati alle scolaresche. E proprio su quest'ultima vicenda sia il Comune di Napoli, con decisione approvata all'unanimità dalla giunta, sia la società sportiva Calcio Napoli hanno annunciato la loro volontà di essere presenti nel giudizio, e non come parte civile, ritenendo di aver subito un ingente danno. © Riproduzione riservata