Domenica 19 novembre 2017 09:18

Referendum sulle trivellazioni, inaugurato a Napoli il comitato per il Si




NAPOLI - A poco più di un mese dal referendum sulle trivellazioni, in programma il prossimo 17 aprile, è stato inaugurato al Caffè Gambrinus il comitato referendario per il Si. Nella saletta del locale di piazza Trieste e Trento, questa mattina, si sono ritrovati coloro che sostengono l'abrogazione della norma che permette a chi ha ottenuto concessioni per estrarre gas o petrolio da piattaforme offshore entro 12 miglia dalla costa di rinnovare la concessione fino all'esaurimento del giacimento. Il "Si" sulla scheda, in pratica, si tradurrà in un "No" alle trivellazioni nei giacimenti. All'inaugurazione erano presenti Antonella Ciaramella del Pd e Francesco Emilio Borrelli dei Verdi, i due consiglieri regionali, delegati al Tavolo delle Regioni, che hanno proposto e ottenuto il referendum. Oltre i due promotori e i rappresentanti del comitato No Triv, hanno preso parte alla conferenza stampa tanti napoletani, convinti che sia arrivato il momento di dire stop alle trivellazioni entro le 12 miglia. Tante le adesioni dei componenti della maggioranza in consiglio regionale ma, all'inaugurazione, alcune defezioni hanno fatto rumore. «Inspiegabile l’assenza dei Consiglieri del Movimento Cinque Stelle che, in Consiglio e con comunicati stampa, avevano garantito il loro impegno e oggi, invece, non erano presenti a quello che era un confronto plurale e collaborativo per dare il via alla campagna informativa in vista del referendum», ha detto Borrelli, prima di annunciare l'inaugurazione, la prossima settimana, dei primi comitati territoriali ad Avellino e Avella, promossi dai consiglieri comunali Gianluca Festa e Pellegrino Palmieri. Al di là dell'apertura dei comitati nelle altre province della Campania, Antonella Ciaramella afferma di puntare «al massimo coinvolgimento dei delegati provinciali, territoriali e delle associazioni per una capillare ed efficace campagna di comunicazione che informi tutti i cittadini in merito al Referendum del 17 aprile». © Riproduzione riservata