Martedi 22 agosto 2017 11:08

Balneabilità del mare flegreo. De Magistris incontra gli altri sindaci, lettera a De Luca




BACOLI - C'erano tutti i sindaci di tutti i comuni rivieraschi dell'area flegrea all'incontro di oggi al Municipio di Bacoli. Presenti De Magistris, il padrone di casa Josi Della Ragione e i loro omologhi di Pozzuoli, Procida e Monte di Procida, Figliolia, Ambrosino e Pugliese. All'ordine del giorno la questione della balneabilità del mare che bagna i comuni flegrei oltre alla discussione delle problematiche legate a trasporti, turismo, cultura, portualità, sanità, immigrazione e integrazione. Alla fine dell'incontro i cinque sindaci hanno sottoscritto un documento in cui si sostiene che l’assenza di complessi industriali porta ad individuare nel depuratore di Cuma e nei Regi Lagni la causa dell’inquinamento Lo sversamento in mare di reflui non pretrattati e rifiuti di ogni sorta che galleggiano e ristagnano compromettono seriamente non solo a balneazione ma soprattutto l’unica possibilità di sviluppo della realtà costiera flegrea, anche in termini di produzione. Tra l'altro, di recente è stata sospesa la raccolta di mitili di produzione locale per la riscontrata presenza di virus da epatite A e norovirus, fortunatamente rientrata. A De Magistris, in qualità di Sindaco metropolitano, è stato chiesto di intervenire attraverso la direzione "Tutela delle coste e risorsa mare", con la disponibilità di battelli spazzamare che, a chiamata, possano intervenire la pulizia delle acque di balneazione. I cinque sindaci, al di là del monitoraggio degli scarichi e della pulizia a pelo d'acqua, ritengono che il problema vada affrontato in un «tavolo interistituzionale permanente composto dalle parti politiche e tecniche, diversificate per competenze, il cui formale avvio veda la designazione delle varie componenti, per materia, da parte dei singoli comuni». Al tavolo dovrebbe sedere anche il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. Gli amministratori flegrei, nel corso dell'incontro, hanno redatto una lettera inviata al Governatore. All'interno della nota, oltre a spiegare la problematica, comunque già nota,  hanno chiesto «un incontro urgente per definire le questioni qui richiamate e aprire cosi davvero una nuova fase di riassetto del dialogo interistituzionale che affermi I’ autonomia, la centralità e la responsabilità dei Comuni e delle Città metropolitane nel nuovo quadro istituzionale»  con i sindaci pronti a partecipare attivamente ed «accompagnare con spirito di innovazione e di coesione istituzionale le azioni di programmazione e pianificazione indispensabili per il rilancio della città flegrea». © Riproduzione riservata