Martedi 22 agosto 2017 18:46

Turismo a Napoli, Lettieri: «Occorre migliorare la qualità dei servizi. Non basta bearsi per il lungomare ed i decumani pieni tre week end all’anno»




NAPOLI - «A Napoli bisogna lavorare per incentivare le presenze di turisti stranieri puntando sulla qualità dei servizi che, in cinque anni, sono purtroppo peggiorati. Chi ci amministra ha la grave colpa di aver tralasciato completamente la manutenzione e la gestione di luoghi di interesse ambientale e culturale e di aver azzerato i servizi». A scriverlo, in una nota, è Gianni Lettieri, ex presidente degli industriali e candidato sindaco a Napoli. «Non basta, come prova a fare qualcuno, bearsi per il lungomare ed i decumani pieni tre week end all'anno - ha proseguito - Non basta perché, per le bellezze, la storia e la cultura che abbiamo, dovremmo avere 10 volte il numero di turisti che registriamo oggi. Con questa amministrazione, Napoli non rientra tra le 100 città più visitate al mondo ed è scivolata fuori dalle 10 destinazioni italiane preferite». Lettieri ha poi parlato delle sue proposte «concrete e realizzabili per recuperare il tempo perso come il piano #Napoli365, che renderà Napoli viva e attrattiva tutto l'anno. In tal senso riapriremo e recupereremo musei, chiese e luoghi d'arte e natura oggi chiusi o degradati. Punteremo su iniziative culturali di qualità che diffonderemo su tutto il territorio e coinvolgeremo tutti gli addetti ai lavori del mondo dell'arte e della cultura. A Napoli - ha concluso - si può creare lavoro e sviluppo anche solo puntando sul turismo e offrendo servizi adeguati». © Riproduzione riservata