Domenica 24 settembre 2017 22:58

Caso Nola, Cantone: «Pazienti a terra? I medici hanno fatto bene»

13 gennaio 2017



NAPOLI - «Se c'è un ospedale in quelle condizioni è evidente che c'è una responsabilità di gestione ma non del personale medico». Così il presidente dell'Autorità nazionale anticorruzione, Raffaele Cantone, margine di un convegno sulla corruzione sulla sanità a Napoli. L'ex magistrato è tornato sulla vicenda che ha coinvolto il pronto soccorso dell'ospedale di Nola. «Quei medici vanno premiati perché stavano dando un servizio, malgrado la carenza oggettiva di risorse. Hanno fatto benissimo - ha detto Cantone - ritengo che i medici siano degli eroi, per paradosso, ma comunque non hanno mandato a casa i pazienti perché l'alternativa era questa».

«Nonostante le condizioni hanno dato comunque un servizio - ha proseguito il numero uno dell'Anac - i medici ospedalieri, soprattutto quelli dei pronto soccorso, si trovano a gestire veramente situazioni di emergenza e allora va data loro la massima solidarietà». A chi gli chiedeva se fosse stato giusto o meno che le immagini dei pazienti sistemati su delle coperte a terra nel pronto soccorso fossero state rese pubbliche, Cantone ha aggiunto: «La stampa deve mostrare tutto, poi l'interpretazione è anche compito dei cittadini. Chi ha fatto e chi ha pubblicizzato quelle foto ha fatto il proprio lavoro perché era giusto che si sapesse qual sia la situazione dell'ospedale».