Giovedi 21 settembre 2017 10:43

Espropri a Bagnoli, Lettieri: «De Magistris si preoccupa solo per interesse politico»




NAPOLI - «La questione delle famiglie che dovranno abbandonare i terreni e le abitazioni a Bagnoli è delicata: se sono terreni, i proprietari dovranno essere ben risarciti, in caso si tratti di abitazioni, bisogna capire come non far perdere i diritti a queste persone. Anche in questo caso, però, risulta evidente l'ambivalenza del sindaco De Magistris: da un lato si preoccupa degli abitanti di Bagnoli per interesse politico e per proseguire il suo scontro con Renzi, dall'altro sfratta otto famiglie in un immobile di proprietà del Comune a via Foria». Lo ha detto il candidato sindaco di Napoli, Gianni Lettieri, intervenendo a Mattina 9, il programma in onda sull'emittente Canale 9, intervenendo sugli espropri a Bagnoli. «Le visite dei ministri a Napoli - continua l'ex presidente degli industriali di Napoli - in queste settimane servono ad evidenziare all'attuale sindaco come il capoluogo non sia una città "derenzizzata". Stanno dimostrando che a Napoli le cose si possono fare». «Gli ultimi sondaggi - ha aggiunto Lettieri - mettono alla pari me e De Magistris. Ma per un sindaco uscente essere intorno al 28-30% è un fallimento colossale». E su un eventuale ballottaggio De Magistris - Valente, ha risposto «Andrò io al ballottaggio, ma se dovessi essere escluso credo che si debba allontanare chi ha portato la città a questo disastro, strappando la città dalle mani del clan De Magistris che è formato da lui, dal fratello e dal capo di gabinetto». © Riproduzione riservata