Mercoledi 18 ottobre 2017 21:59

Città Metropolitana, istituito l’Osservatorio permanente sulla Terra dei fuochi




NAPOLI - Istituito da parte della Città Metropolitana e del Comune di Napoli e approvato dal sindaco Luigi De Magistris l'Osservatorio permanente sulle indagini e sulle istanze relative la Terra dei fuochi mediante la creazione di un laboratorio in grado di restituire costantemente ai decisori politici informazioni, dati, esiti utili al fine di definire le strategie di intervento coerenti e congrui rispetto alle necessità del territorio interessato. Il fenomeno dei roghi di rifiuti e dell'inquinamento causato dall'abusivo smaltimento e dall'abbandono incontrollato di rifiuti solidi urbani, di rifiuti speciali, pericolosi e non, interessa aree del territorio campano, con conseguenze gravi sulla salute, sull'ambiente e sulla sicurezza. Ad oggi sono ben 64 le discariche tombate di rifiuti pericolosi e tossici individuate nella Terra dei fuochi delle quali solo in 11 discariche si è scavato scovando 5 milioni e mezzo di metri cubi di spazzatura, così come rende noto il Corpo Forestale dello Stato. Si tratta di discariche realizzate con una tecnica precisa, a strati e sigillate grazie all'utilizzo di materiale edile che da un lato ha il vantaggio di non far collassare la terra nel momento in cui un grande peso gli viene posto sopra ma che dall'altro alterano ugualmente i dati geologici del terreno. In sostanza, ci si trova dinanzi ad un fenomeno che delinea gravi problematiche di salute pubblica e che necessita quindi di forte attenzione, studi ambientali accurati e specializzati, indagini sistematiche complesse che avranno sicuramente più validità ed efficacia se i risultati ottenuti dagli organismi impegnati settorialmente saranno integrati e amalgamati secondo prospettive di coordinamento, coerenza ed uniformità. E in questo trova fondamento l'Osservatorio. © Riproduzione riservata