Venerdi 24 novembre 2017 14:00

Sicurezza: Comune, Metropolitana e Ansaldo, assieme contro infortuni sui cantieri




NAPOLI - Migliorare le condizioni ambientali e di lavoro nei cantieri temporanei o mobili avendo come obiettivo la riduzione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali dei lavoratori del comparto costruzioni edili e infrastrutture. É lo scopo del protocollo d'intesa rinnovato questa mattina a Palazzo San Giacomo tra il Comune di Napoli, il Dipartimento di Sanità pubblica della Federico II, Metropolitana di Napoli spa e Ansaldo Sts spa. Il progetto prevede anche attività di formazione degli attori della prevenzione a livello istituzionale e aziendale, analisi e trattamento dei dati, individuazione dei problemi specifici ed elaborazione di linee guida per la loro risoluzione e aggiornamento tempestivo degli operatori in relazione a modifiche normative. Responsabile del progetto sarà Maria Triassi, direttore del Dipartimento di Sanità pubblica della Federico II, che sarà affiancata da un Comitato di gestione. L'ipotesi alla base del progetto è ridurre gli infortuni sul lavoro nell'ambito delle costruzioni e dell'edilizia che costituiscono il settore dove ancora oggi si registrano incidenti mortali sui luoghi di lavoro e i dati sono ''in crescita''. I cantieri che saranno oggetto dell'attività di studio e analisi saranno indicati dal Comune, da Metronapoli e da Ansaldo. Una seconda attività prevista dall'intesa riguarda l'organizzazione di corsi di specializzazione e e aggiornamento destinati a dirigenti. Il protocollo avrà durata triennale e le attività saranno finanziate da Metronapoli e Ansaldo con uno stanziamento di 40mila euro annui complessivi equamente ripartiti. © Riproduzione riservata