Lunedi 23 ottobre 2017 21:07

Allerta maltempo, la Protezione civile proroga avviso criticità arancione. De Luca «chiesto lo stato di calamità»




NAPOLI - Prorogata l'allerta meteo in Campania. Il centro funzionale della Protezione civile ha prorogato l'avviso di criticità idrogeologica arancione sull'intero territorio regionale fino a domani pomeriggio, venerdì 16 ottobre. Previste piogge e temporali anche di forte intensità. In una nota si raccomanda alle autorità competenti di mantenere in essere le misure previste dai piani comunali di protezione civile. Nel frattempo per far fronte agli ingenti danni che il maltempo ha causato in Campania i tecnici della Protezione civile della Regione Campania, del Genio civile e dell'Agenzia regionale per la difesa del suolo sono al lavoro sull'intero territorio colpito per verificare l'eventuale presenza di ulteriori situazioni di rischio, mentre una task force è al lavoro per prestare soccorso alla popolazione in difficoltà. Al momento si registrano, comunica una nota, situazioni di dissesto idrogeologico diffuso in una larga parte del Sannio per la piena del fiume Calore e in alcune zone del casertano. In particolare, presso la Sala operativa regionale sono pervenute segnalazioni da Benevento, Castelpoto, Reina, Sant'Agata de' Goti, Solopaca, Cautano, Guardia Sanframondi, Amorosi, Ponte, Pago Veiano, dall'area Telesina e dalla Valle del Vitulanese in provincia di Benevento. Dal casertano, invece, si registrano segnalazioni dal Comune di Arienzo. I dati sui fenomeni franosi, gli allagamenti e le situazioni critiche stanno affluendo al centro coordinamento soccorsi che è stato attivato presso la Prefettura di Benevento e al quale partecipa il direttore generale della Protezione civile regionale, Italo Giulivo. Da palazzo Santa Lucia, d'altra parte, il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha avanzato la richiesta dello stato di calamità per Benevento e Caserta. «Stiamo raccogliendo tutte le informazioni tecniche sui dati provocati dall'emergenza maltempo, in contatto costante con le Prefetture di Benevento e Caserta, i territori più colpiti per i quali chiederemo lo stato di calamità». © Riproduzione riservata