Domenica 19 novembre 2017 01:52

Elezioni Campania, quanto guadagnano i cinque candidati




ROMA - In un confronto all'americana andato in onda negli studi di SkyTg24, i cinque candidati alla presidenza della Regione Campania hanno avuto modo di dibattere, esponendo i propri punti di vista e presentando i programmi degli schieramenti d'appartenenza. Stefano Caldoro, Vincenzo De Luca, Marco Esposito, Valeria Ciarambino e Salvatore Vozza hanno anche illustrato i rispettivi redditi e la situazione patrimoniale personale, spiegando tra l'altro come hanno finanziato la campagna elettorale. Stefano Caldoro: Guadagno 106 mila euro lordi all'anno e non ho immobili di proprietà. Mi sono ridotto lo stipendio e ho abolito i vitalizi, sono stato il primo a farlo nella storia della Regione Campania. La mia campagna elettorale è finanziata con cene e incontri secondo il tetto massimo di 38 mila euro imposto dalla legge. Vincenzo De Luca: Da Sindaco di Salerno guadagnavo 3700 euro netti al mese. Ho una casa in cooperativa in una frazione di Salerno, a Rufoli di Ogliara. La mia campagna elettorale è finanziata tramite crowdfunding - con cui abbiamo raccolto 73 mila euro -, cene e incontri. Pubblicheremo tutte le spese sul sito tra una quindicina di giorni. Marco Esposito: Ho una Renault 4 di cui vado molto orgoglioso e posseggo anche un camper. Il mio reddito è di 3500 euro netti al mese, lo stipendio di giornalista a "Il Mattino". Prima scrivevo per "la Repubblica", ho avuto una carriera molto buona. Non ho immobili di proprietà, ho sempre vissuto in case affittate. La spesa per la mia campagna elettorale è minima, nell'ordine di qualche centinaia di euro. Valeria Ciarambino: Ho uno stipendio di 1450 euro netti al mese e una Mercedes Classe A usata di dieci anni fa. Non ho altre proprietà. La campagna elettorale è finanziata tramite un evento dedicato alla pizza napoletana in cui i nostri parlamentari hanno servito a tavola, un presepe all'asta su Ebay e il microfinanziamento di coloro che credono nel nostro progetto politico che ci ha fruttato 15 mila euro. Come noto, non tocchiamo i soldi del finanziamento pubblico ai partiti. Salvatore Vozza: Ho un vitalizio di 4400 euro netti per l'attività svolta da parlamentare. Ho una casa a Castellammare e una casa estiva con i miei figli sulla quale ho un mutuo che sto regolarmente estinguendo. La mia campagna elettorale è costata 10 mila euro ed è finanziata dai partiti che mi sostengono. © Riproduzione riservata