Venerdi 23 febbraio 2018 03:23

Referendum costituzionale, De Luca: «Se casca tutto andiamo a parlare con un omologo di Mario Monti?»
Il governatore De Luca ha il terrore del dopo referendum costituzionale in relazione al futuro dell'Italia e alla possibilità di un dialogo politico. «Se casca tutto parliamo con un omologo di Monti?»

17 novembre 2016



NAPOLI - «C'è gente, in Italia, che pensa solo a far cadere il presidente del Consiglio che, a dir la verità, non ha un bellissimo carattere, ma io ho il terrore del dopo 4 dicembre. Faremo fatica a reggere la competizione mondiale in queste condizioni». E' questa la preoccupazione del governatore della Campania, Vincenzo De Luca, intervenuto ad un forum promosso a Napoli su impresa e ricerca.

De Luca ha poi prospettato il futuro dell'Italia qualora dovesse vincere il No al referendum: «Se casca tutto, con chi andiamo a parlare, con chi programmiamo il futuro? Con un omologo di Mario Monti, con un suo allievo? Meglio lasciar perdere... Serve stabilità istituzionale e - ha aggiunto il governatore - una linea di comando con cui ragionare sul lungo periodo».

De Luca, concludendo, ha definito il dibattito politico sul referendum «da pollaio, qualcosa di deprimente».

© Riproduzione riservata