Mercoledi 23 agosto 2017 19:39

Elezioni Campania, candidati a confronto Sky: vince Caldoro. Bene Ciarambino, De Luca non convince




ROMA - A termine del confronto di Sky TG24 che ha visto i candidati alla presidenza della Regione Campania: Stafano Caldoro, Vincenzo De Luca, Salvatore Vozza, Valeria Ciarambino e Marco Esposito affrontarsi in un dibattito su temi cruciali che vanno dalla disoccupazione agli impresentabili, al trasporto pubblico locale, alla terra dei fuochi fino alla strage di Giulio Murolo, l'infermiere killer, il pubblico da casa è stato chiamato a votare il candidato che ha convinto di più mediante il decoder My Sky Hd connesso ad internet o l'app di Sky TG24. Il televoto di Sky ha visto vincere Stefano Caldoro (centrodestra) con il 48% seguito da Valeria Ciarmabino (Movimento 5 Stelle) con il 25%, Vincenzo De Luca (centrosinistra) 12%, Marco Esposito, capo dell'economia al Mattino (lista civica Mo') 10% e Salvatore Vozza (Sinistra e Lavoro) 5%. Seppur si è trattata di una manifestazione d'opinione puramente indicativa ha comunque messo in evidenza un dato alquanto allarmante per il centrosinistra dal momento che l'ex sindaco di Salerno non ha convinto il pubblico tanto da non piazzarsi al secondo posto subito dopo l'attuale governatore Caldoro. Merito del Movimento 5 Stelle che con Valeria Ciarambino ha fatto una buona campagna elettorale nonostante la candidata sia completamente a digiuno di quei concetti politicanti che ben conoscono i suoi avversari. Parole semplici, chiare e coincise dette da una candidata battagliera, realmente convinta di voler cambiare una volta e per tutte le carte in tavola a livello regionale e dire basta a corruzione e clientelismo puntando sull'onestà e sulla trasparenza politica così come più volte ribadito lei stessa e dal Movimento stesso. Chiaro e semplice anche Marco Esposito, giornalista del Mattino che da dieci anni a questa parte ha scoperto la sua vocazione ad una politica meridionalista essendo già assessore al Comune con Luigi De Magistris. Esposito si è espresso con un linguaggio comprensibile anche dai diciottenni e durante tutto il dibattito negli studi di Sky TG24 ha fatto semplicemente quello che sa fare: snocciolare i numeri. Tecnica che gli è risultata vincente visto il suo 10% che il pubblico da casa gli ha consegnato. Stesso per Vozza unico candidato di sinistra che senza troppi giri di parole si è mostrato sicuro e preparato essendo stato l'unico ad avvicinarsi alla vera stima dei fondi, sia europei che nazionali, che la Regione Campania avrà a disposizione (15 miliardi su 20), nonostante la promessa, se eletto a governatore, di chiudere l'inceneritore ad Acerra. Insomma il vero perdente in questo voting di Sky sembra esser stato proprio Vincenzo De Luca, più abituato ai monologhi in televisione che a rapidi scambi di battute avuti solamente in occasione di gelide frecciatine. D'altro canto c'è anche da dire che l'ex sindaco di Salerno ha tutti contro, non solo il suo competitor Caldoro ma anche il Movimento 5 Stelle e la Sinistra e Lavoro di Vozza ai quali De Luca non ha mostrato i pugni. Tuttavia, come detto, la votazione è stata semplicemente una manifestazione d'opinione, che è sì indicativa ma relativa perchè quella che conterà, e sarà determinante per il futuro della Regione Campania, è quella del prossimo 31 maggio. © Riproduzione riservata