Ex Nato di Bagnoli, si fittano alcuni immobili. De Magistris: «Tradito il masterplan»

19 gennaio 2017



NAPOLI - La Fondazione Banco di Napoli ha deciso di locare alcuni edifici dell'area ex Nato a Bagnoli. La decisione piace poco al Comune e al sindaco de Magistris che vede tradito il programma contenuto nel masterplan firmato lo scorso anno. «Abbiamo sempre affermato che quell’area deve essere restituita alla città - fa sapere de Magistris in una nota -, per farne un grande polo per giovani, per lo sport, per attrezzature collettive, ricerca, formazione, secondo un progetto unitario».

 

«Nel masterplan - prosegue il sindaco - si individuano le destinazioni dei singoli edifici e le attrezzature pubbliche destinate ai cittadini del quartiere e ciò costituisce un preciso impegno, sancito anche dal piano regolatore. Tutto questo consentiva di rendere disponibile una prima parte del complesso, in attesa della redazione del Piano urbanistico da condividere con le collettività». «La scelta della Fondazione di mettere sul mercato singoli edifici senza un progetto unitario, affidandosi al mercato, tradendo la finalità principale del Masterplan, contraddice tale impostazione, persegue una logica immobiliaristica e - conclude - destina quell'area a una nuova chiusura rispetto alla città».

© Riproduzione riservata