Sabato 23 settembre 2017 18:26

Regione Campania, torna Graziano (Pd) in Consiglio: lo sdegno del Movimento 5 Stelle che lascia l’aula




NAPOLI - Neanche il tempo di sedersi dopo il minuto di silenzio per i morti di Puglia, Nizza e Dacca, e l'aula del Consiglio regionale della Campania si è animato per una vivace protesta del Movimento 5 Stelle. A parlare è stata Valeria Ciarambino che ha puntato il dito contro il collega del Pd, Stefano Graziano, indagato per concorso esterno in associazione camorristica nell'aprile scorso, autosospesosi dall'incarico di presidente del Pd Campania ma tuttora in carica nell'assemblea legislativa. «Dopo tre mesi di assenza si presenta qui e viene accolto con baci e abbracci. Ma non solo, in questi mesi ha ugualmente percepito lo stipendio e anche un indennità di funzione», accusa la Ciarambino che insieme agli altri pentastellati ha visto la presenza e il modo in cui è stato accolto Graziano come una vera e propria offesa resa ancora più grave essendosi commemorata anche la strage di via D'Amelio in cui morì Paolo Borsellino. Solo tre minuti di protesta fuori l'aula per rilasciare dichiarazioni ai cronisti, poi i grillini sono rientrati in aula. Nel frattempo Graziano si era allontanato, prima ancora che la Ciarambino prendesse la parola. © Riproduzione riservata