Venerdi 17 novembre 2017 18:41

Elezioni 2016 al Comune di Napoli, si fa largo nel Pd l’ipotesi Bassolino




NAPOLI - Il nome che non ti aspetti, ma neanche tanto. Antonio Bassolino potrebbe essere in candidato del Pd per la corsa a sindaco di Napoli nel 2016. Già primo cittadino del capoluogo partenopeo dal 1993 al 2000, Bassolino è uno dei pochi politici campani ad avere un profilo autorevole. Fa politica da quasi cinquant'anni, lo conoscono tutti ed ha ancora un patrimonio di consenso da spendere. Caratteristiche che non riscontrabili in tutti gli altri aspiranti candidati democrat alla poltrona di Palazzo San Giacomo. Di certo Bassolino, nel caso, non accetterebbe di partecipare alle primarie. Se il candidato sarà lui, lo strumento di scelta andrà definitivamente nel dimenticatoio dopo la candidatura di De Luca alla Regione Campania, arrivata senza le primarie. In realtà il nome di Bassolino e l'ipotesi di abolire le primarie sono balzati fuori in un post su facebook di Umberto De Gregorio, numero uno dell'Eav fedelissimo di De Luca. «Alla prossima assemblea del Pd napoletano ho intenzione di presentare una mozione: nominare un comitato di saggi composto da tre persone al quale affidare il compito di elaborare una proposta definita per individuare il candidato sindaco del Pd alle prossime elezione per il sindaco di Napoli. Penso a nomi come quelli di Antonio Bassolino, Graziella Pagano ed Umberto Ranieri» ha scritto De Gregorio, con tanti saluti a Roma. Ma il sassolino nello stagno ha fatto rumore e il nome di Bassolino ha preso improvvisamente quota. Dalla sua parte una fetta dell'imprenditoria napoletana e alcuni personaggi del mondo culturale. Il Pd regionale ha appreso del tam tam con un certo imbarazzo. Nessun commento da vari esponenti democrat, anche tra coloro che - sotto sotto - sperano di essere il candidato alle elezioni dell'anno prossimo. Uno dei pochi a prendere la parola è stato Gennaro Migliore che, parlando a Repubblica, ha detto «Quello che mi colpisce è che si parla di Bassolino del '93, ottimo sindaco della sua generazione, certo. Ma non si parla di quello del 2010. Se abbiamo deficit di direzione politica, se il Pd qui è messo male, il suo passato non è esente da colpe». Scuola comunista come l'ex sindaco, ma storie e generazioni diverse, Migliore con l'avvicinamento a Renzi è tra coloro che potrebbero ambire alla candidatura. E Bassolino? Per il momento, ovviamente, tace. Nessun commento sui social alle voci che lo riguardano. I suoi ultimi post sono gli auguri di buon ferragosto e il cordoglio per la scomparsa del patron dell'Augusteo, Caccavale. © Riproduzione riservata