Venerdi 18 agosto 2017 01:18

Processo “Why Not”, De Magistris non rinuncia alla prescrizione




ROMA -  Chiesti l'assoluzione per due capi di imputazione e la prescrizione per altri sei nei confronti di Luigi De Magistris al processo di secondo grado nell'ambito dell'inchiesta "Why Not". E' questa la richiesta del procuratore generale. De Magistris, come riferito dall'agenzia Ansa, oggi è stato assente in aula, ma avrebbe comunque fatto sapere che non intende rinunciare alla prescrizione. In caso di accoglimento delle richieste del pg, così nel caso di assoluzione, verrebbe meno per De Magistris il rischio di decadenza dalle funzioni. Il processo fa riferimento all'acquisizione senza autorizzazione, e dunque «abusiva», secondo i giudici di primo grado, delle utenze ai alcuni parlamentari nel 2006, quando il sindaco di Napoli era pm a Catanzaro. La richiesta di assoluzione del procuratore generale è quella che si riferisce agli atti riguardanti i parlamentari Giuseppe Pisanu (che non si è mai costituito parte civile) e Giancarlo Pittelli, mentre la prescrizione si riferisce ai tabulati relativi alle utenze di Sandro Gozi, Romano Prodi, Clemente Mastella, Antonio Gentile, Domenico Minniti e Francesco Rutelli. La sentenza è prevista in serata e l'esito del processo avrà una diretta influenza sulla permanenza di De Magistris nell'incarico di sindaco di Napoli. © Riproduzione riservata