Domenica 24 settembre 2017 10:44

Apple a Napoli, Renzi «Mezzogiorno ricco di occasioni di sviluppo. De Magistris? Faccia le manifestazioni, noi puliamo Bagnoli»




ROMA - «Il mezzogiorno è ricco di occasioni di crescita e di sviluppo. È assolutamente fondamentale che la grande partita di Napoli e del sud esca dai confini del pessimismo, vittimismo rassegnazione, ci sono grandissimi partner globali, come Cisco e Apple, pronti a investire». Così Matteo Renzi, ai microfoni di Rtl, a poche ore dall'incontro con con il numero uno della Apple, Tim Cook, da egli stesso definito «un leader visionario», per la nascita di un centro app a Napoli. «Ho detto Cisco perché farà cose a Scampia - ha ricordato il premier - Ho detto Apple perché durante un importante incontro fatto a novembre con Cook abbiamo non soltanto discusso del futuro dell'innovazione, della responsabilità sociale di grande imprese come Apple, ma anche parlato di come portare una realtà come Apple ad investire nella creatività nel talento, nell'Italia. Stimo molto Tim Cook, lo considero un leader con una bellissima eredità molto difficile, quella di Steve Jobs, ma con grande talento e grandi valori». «La scelta di andare su Napoli - assicura - va in questa direzione perché il nostro Mezzogiorno, come il nostro Nord, è ricco di occasioni, di crescita, di sviluppo. Bisogna smettere di piangersi addosso, di considerare tutto un problema». «Ci sono alcuni amministratori che preferiscono lo scontro con il governo. Il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, faccia pure le manifestazioni in piazza, noi non ci fermiamo». Ha concluso Renzi che a Rtl ha citato l'esempio di Napoli, che «è calzante». Il riferimento su Bagnoli di Renzi non è casuale, «a Napoli sono 23 anni in cui Bagnoli sta in condizioni ridicole: c'è il rimpallo delle responsabilità e non si risolve la situazione. Noi abbiamo nominato un commissario straordinario e ci siamo messi a lavorare per la bonifica. Noi per prima cosa abbiamo pensato a togliere le schifezze, a fare la bonifica di Bagnoli - ha assicurato Renzi - Ma il sindaco di Napoli non è d'accordo e fa le manifestazioni di piazza contro di noi. Lui faccia pure, noi intanto togliamo le schifezze da Bagnoli. È il solito meccanismo, c'è chi si lamenta e chi fa le cose. Se il sindaco di Napoli ci vuole dare una mano a bonificare Bagnoli, è benvenuto, se non lo vuol fare, noi andiamo avanti». © Riproduzione riservata