Martedi 26 settembre 2017 22:01

Rifiuti in Campania, i dati di Comieco: raccolta differenziata aumentata del 10%. Bonavitacola: «Entro il 2020 puntiamo ad arrivare al 65%»
L'intenzione della Regione Campania è di arrivare nel 2020 al 65% in linea con gli obiettivi nazionali ed europei. Bonavitacola: «Stiamo puntando alla differenziata come l'asse portante della riorganizzazione del ciclo dei rifiuti in Campania»




NAPOLI - Aumenta del 10% la raccolta differenziata di carta e cartone nel Mezzogiorno. E' quanto è emerso dagli Stati generali del Sud per la raccolta differenziata di carta e cartone, organizzati a Napoli da Comieco e Regione Campania.

Si tratta di un dato che, secondo gli organizzatori, rende possibile raggiungere l'obiettivo posto dall'Europa del 60% di differenziata entro il 2025.

L'altra faccia della medaglia, secondo uno studio realizzato dalla Fondazione per lo Sviluppo sostenibile, è la situazione di stallo in cinque regioni del Sud (Puglia, Basilicata, Molise, Calabria e Sicilia), dove ci sono 22 province con una raccolta differenziata complessiva al di sotto del 35%.

Per l'occasione la Regione Campania, nella voce del vicepresidente, Fulvio Bonavitacola, ha comunicato: «Il nostro piano punta ad arrivare dal 50% di oggi al 65% del 2020 in linea con gli obiettivi nazionali ed europei. Nella classifica nazionale - ha affermato - come Regione, globalmente siamo verso la serie A e non verso la serie B».

«Su questo influisce il fatto che negli anni scorsi eravamo in zona retrocessione - ha sottolineato - quindi abbiamo dovuto fare di necessità virtù e credo che i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Abbiamo dei ritardi, che, in particolare riguardano l'area metropolitana di Napoli e la città di Napoli, ma anche per ragioni comprensibili che rinviano alle caratteristiche urbanistiche ed insediative di questa grande metropoli. Tuttavia noi, in generale - ha concluso - stiamo puntando alla differenziata come l'asse portante della riorganizzazione del ciclo dei rifiuti in Campania, che sia strutturale».

© Riproduzione riservata