Mercoledi 16 agosto 2017 16:57

De Magistris, nuovo attacco a Renzi: «Lo cacceremo da Napoli»




«Napoli ha sempre respinto gli occupanti nel corso della sua storia, respingeremo anche Renzi».  Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, torna ad attaccare il Premier, parlando del commissariamento di Bagnoli, a margine dell’ inaugurazione di un asilo nido nel quartiere Vomero. «Il presidente del Consiglio sta assumendo atteggiamenti di piena violazione istituzionale, facendo propaganda mediatica volta a colpire una città che si sta alzando da sola con tutti i suoi limiti e sofferenze ma con grande dignità». «Non ci saremo piegare da nessuno - prosegue de Magistris -. Nei prossimi giorni farò un invito al Governo e alla Regione per vedersi intorno a un tavolo in cui presenteremo il nostro piano per Bagnoli, così vediamo chi difende la democrazia e chi fa occupazioni istituzionali». Il sindaco di Napoli continua poi nelle critiche al Premier che «non sa che cosa sia il Sud. Il Sud lo devi conoscere, ci devi entrare dentro, devi prendere le contestazioni e stare tra la gente mentre lui pensa alle banche, a Banca Etruria, alla Boschi, si occupa di poteri forti e ambienti che noi invece consideriamo residuali». Sulla decisione di Apple di approdare a Napoli: «Siamo orgogliosi, speriamo che prima o poi anche il Governo nazionale si accorga che con Napoli bisogna dialogare, l'Italia non è il Paese del pensiero unico, della dittatura. Napoli fa bene all'Italia, non solo ai napoletani. Non credo che la scelta di Apple sia casuale o dovuta al politicante di turno. Il merito va alla comunità napoletana che sta credendo nella sua riscossa. Napoli è una città che non fa più il giro del mondo per le immagini della munnezza è una città credibile in cui si torna a investire», conclude de Magistris. © Riproduzione riservata