Attacco frontale di de Magistris: «Lettieri non ama Napoli. Tanti elettori del Pd non si riconoscono in lui»




NAPOLI - «Credo che tantissimi elettori del Pd non si riconoscono in Gianni Lettieri che non è persona che ama Napoli ed è un prenditore andato avanti solo per i rapporti con la politica: prima con Berlusconi e poi con Renzi». Lo ha detto il primo cittadino di Napoli, Luigi de Magistris, commentando l'invito del candidato sindaco Gianni Lettieri agli elettori del Pd a sostenere la sua candidatura in caso di ballottaggio. Secondo de Magistris «Lettieri è la dimostrazione che a Napoli Renzi ha due candidati: Valente e Lettieri (ndr). Il suo obiettivo - ha aggiunto - è non farci vincere al primo turno. Ma io credo che il popolo napoletano abbia compreso che, per la prima volta, con questa amministrazione, si sta scrivendo una pagina straordinaria di cui è protagonista». Il primo cittadino di Napoli ha, poi, spiegato di voler essere sindaco di tutta la città. «Anche l'elettore delle aree del Movimento 5 Stelle e del Pd troverà casa nel nostro progetto politico perchè non si riconoscerà nelle politiche di strangolamento per Napoli attuate dal Governo Renzi, o in un partito che ha bisogno di un condannato in primo grado per corruzione, come Verdini, che viene a Napoli e dice che ogni napoletano in qualche modo ha fatto un reato di camorra alle spalle o che abbia un parente legato alla criminalità organizzata». © Riproduzione riservata