Venerdi 20 ottobre 2017 14:19

Reddito minimo garantito in Campania, il Comune di Napoli aderisce alla proposta




Il Comune di Napoli aderisce alla proposta di legge regionale d'iniziativa popolare promossa dal comitato promotore per l'istituzione del reddito minimo garantito in Campania. La Giunta comunale, su proposta dell'Assessore al Lavoro e alle Attività Produttive Enrico Panini, ha approvato la delibera per sostenere la proposta di attivare servizi di sostegno al reddito per quei cittadini che, contando solo sulle proprie risorse economiche, non riescono a procurarsi mensilmente beni e servizi essenziali. In una nota, Palazzo San Giacomo riporta alcuni dati drammatici come la contrazione del 13,2 percento dei consumi nel Mezzogiorno dal 2008 al 2014 e l'altissima percentuale del il 37,7 di persone a rischio povertà in Campania. «Il reddito minimo garantito – dichiara l’Assessore Panini - non è una misura assistenziale ma rappresenta il tassello essenziale di una politica economica di crescita che miri a rilanciare la domanda interna. Per questa ragione la proposta di legge regionale si rivolge non solo alle fasce di popolazione in estrema condizione di povertà materiale, ma anche a persone con percorsi di vita difficili, come i giovani in attesa di prima occupazione e i disoccupati, o coloro che hanno perso il lavoro». © Riproduzione riservata