Giovedi 17 agosto 2017 17:21

Lettieri attacca de Magistris: «Non si rende conto di come ha ridotto Napoli»




Nuovo attacco firmato Lettieri al sindaco di Napoli, Luigi de Magistris. La campagna elettorale per le comunali è iniziata, senza esclusione di colpi. Le dichiarazioni del sindaco sul controllo del territorio, secondo il candidato del centrodestra, «sono farneticanti» perché «o non si rende conto o, peggio, fa finta di non rendersi conto che larga parte della città è in mano alla criminalità e che ci sono focolai di tensioni sociali in zone dove convivono etnie non integrate tra loro». «De Magistris - ha proseguito Lettieri - dice di aver creato rapporti di pace, ma con chi? Il conferimento della cittadinanza onoraria ad Ocalan ha causato una crisi diplomatica tra Italia e Turchia mentre le sue dichiarazioni pro Palestina e contro Israele e hanno creato spaccature con il mondo ebraico, solo per citare alcuni esempi». «La comunità cinese nelle scorse settimane ha bloccato il Rettifilo; nella zona di piazza Garibaldi c'è una situazione più esplosiva di quella delle banlieu francesi. E, sullo sfondo di questi conflitti latenti, spadroneggia indisturbata la camorra che - ha aggiunto - fa i propri comodi. De Magistris continua a raccontare una realtà che non esiste e lo fa irresponsabilmente perché invita ad abbassare la guardia». «Invece, proprio dopo gli ultimi avvenimenti, noi dobbiamo difendere ancora di più la città. Per me il controllo del territorio e la sicurezza dei napoletani vengono prima di tutto. Con me - ha concluso Lettieri - subito più donne e uomini in divisa a pattugliare la città e videosorveglianza ai massimi livelli. Mi occuperò in prima persona della sicurezza dei miei concittadini e pretenderò massima collaborazione da parte delle istituzioni». © Riproduzione riservata