Venerdi 18 agosto 2017 05:08

Scontro televisivo tra Taglialatela, Lettieri e de Magistris: «Basta con i pseudo-confronti. Penso solo a Napoli»




NAPOLI - È stato un dibattito caratterizzato da scontri verbali quello tenutosi oggi in televisione in onda sul TgR della Campania tra i candidati sindaco Marcello Taglialatela (Fdi), Gianni Lettieri e Luigi de Magistris (sindaco uscente). Taglialatela ha accusato de Magistris di una gestione fallimentare del Comune e di mistificazione della realtà. Secondo Lettieri, l'attuale primo cittadini di Napoli, invece, racconta una città diversa da quella che lui, quotidianamente, tocca con mano parlando con la gente. Ad entrambi de Magistris ha replicato fornendo informazioni su quanto è stato realizzato negli ultimi cinque anni di amministrazione e sostenendo che la città è cambiata in meglio, sottolineando, in particolare la questione rifiuti, arginata in qualche modo con l'introduzione della raccolta porta a porta. Poi amareggiato ha dichiarato: «Da oggi non sottrarrò più tempo alla mia attività di sindaco a tempo pieno, nell'interesse di tutti i napoletani, per partecipare a pseudo-confronti che hanno il solo obiettivo di avvelenare il clima e di intorpidire con condotte aggressive la complessività e la limpidezza del nostro operato. Il confronto è ossigeno della democrazia, fango e veleno sono solo tossine che la inquinano». «Non c'è più tempo per gazzarre finalizzate all'interesse di pochi - ha aggiunto - Lavoro solo per Napoli e per i napoletani. Noi pensiamo, come sempre, al popolo, ai suoi problemi, alle sue sofferenze e alle sue esigenze. Starò con la gente, come sempre, per raccogliere suggerimenti e incoraggiamenti e, ovviamente, anche critiche, ma quelle vere, quelle della gente e non le menzogne dei politicanti di mestiere o dell'ultima ora». «Alla nostra città prometto - ha concluso il sindaco rassicurando tutti i cittadini - dal 6 giugno, di essere qui ogni giorno, per i prossimi cinque anni, h24. Qui e solo qui. Stiamo scrivendo tutti insieme una pagina storica che farà di Napoli una autentica capitale. Napoli in testa, Napoli nel cuore». © Riproduzione riservata