Domenica 19 novembre 2017 13:23

Elezioni Napoli, torna Prudente come candidato sindaco. In dieci in corsa a Palazzo San Giacomo




NAPOLI - Pubblicate e notificate via pec, nel corso della notte, le sentenze del Consiglio di Stato sui ricorsi elettorali. La terza sezione ha riammesso al Comune di Napoli: Pensionati d'Europa con Lettieri; Pri-Pli con Valente; Mo, Partito del Sud e gli 11 candidati di Bene comune con De Magistris. Esclusi invece al Comune: Dc per Lettieri; Solo Napoli (che fa capo al vicesindaco Del Giudice) e Per Napoli (di Gaetano La Nave) con De Magistris. Rientrano tra gli altri nelle municipalità: Pd a San Giovanni e Fuorigrotta, Udc al Vomero, "De Magistris sindaco" alla III-IV-VIII, Bene comune alla II-V-IX, Solo Napoli alla IX. Fuori dalle municipalità invece la lista "Ce simme sfasteriati" con De Magistris. Il Consiglio di Stato ha anche accolto il ricorso presentato da Paolo Prudente, candidato per il Partito comunista dei lavoratori alla carica di sindaco di Napoli. Saranno così dieci i candidati. Oltre a Prudente, sono in corsa il sindaco uscente Luigi de Magistris (Repubblicani, Verdi, Napoli in Comune, Bene comune con de Magistris, Idv, La città con de Magistris, Meridionalisti Napoli Capitale, Ce simme sfasteriate, de Magistris sindaco e DeMa); Gianni Lettieri (Fi, Prima Napoli, Giovani in corsa, Rivoluzione cristiana, Impresa Comune, Italia 20.50-Napoli concreta, Costruzione e Stato, Napoli Capitale); Matteo Brambilla (M5S); Valeria Valente (Pd, Elaboratorio nazionale, Moderati con Valente, Psi, Ala, Centro Democratico, Valente Sindaco, Udc, Napoli popolare e Cittadini per Napoli); Marcello Taglialatela (FdI e Napoli terra nostra); Luigi Mercogliano (Popolo della Famiglia); Martina Alboreto (Fratelli del popolo italiano); Domenico Esposito (Qualità della vita per Napoli) e Nunzia Amura (Pci). © Riproduzione riservata