Mercoledi 13 dicembre 2017 21:40

Respinto ricorso ex consiglieri Fi: De Luca resta presidente




NAPOLI - Niente da fare per il reclamo presentato al Tribunale Civile firmato da alcuni consiglieri regionali uscenti di Forza Italia - fra i quali compariva anche l'ex-presidente dell'assemblea, Pietro Foglia - che aveva come scopo quello di annullare la decisione presa nelle aule del Palazzo di Giustizia di reinsediare a Palazzo Santa Lucia l'attuale presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, decaduto per effetto della Legge Severino subito dopo essere stato eletto, a causa della condanna in primo grado per abuso d'ufficio. I firmatari dell'atto presentato sui banchi del tribunale si sono presentati in qualità di cittadini aventi diritti al voto, e sono stati assistiti dagli avvocati Salvatore e Giuliano Di Pardo, Giuseppe Olivieri, Nicola Scapillati, Andrea Latessa e Francesco Percuoco. De Luca, decaduto il giorno dopo la sua vittoria alle elezioni regionali, si è reinsediato ufficialmente nelle sale del palazzo della Regione lo scorso 2 luglio, dopo che il giudice dello stesso Tribunale Civile accolse provvisoriamente il ricorso, permettendo al presidente di partecipare all'insediamento e alla riunione del primo consiglio regionale. Decisione confermata a seguito della seconda udienza il 21 luglio scorso. Si è rivelato un grosso buco nell'acqua, dunque, il tentativo di far cadere nuovamente il governatore, per la cui sorte si attende ormai solo il parere della Corte Costituzionale. Gli avvocati difensori di Vincenzo De Luca, Lorenzo Lentini e Antonio Brancaccio, si sono detti soddisfatti «eravamo sicuri che non ci fossero i presupposti per puntare ad un tale sovvertimento, ora il governatore potrà continuare serenamente a lavorare» ©Riproduzione riservata