Giovedi 24 agosto 2017 10:52

Napoli, aumentano scippi e rapine. De Magistris: «Chiedo uno sforzo in più al governo»

25 gennaio 2017



NAPOLI -  «C'è ancora una Napoli agguerrita sul crimine che va sconfitta, e chiedo uno sforzo in più da parte del governo». Queste le parole pronunciate dal sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, in un'intervista rilasciata a La Repubblica che ha toccato, tra gli altri, anche i temi della sicurezza e della lotta al crimine. «Le catture eccellenti dell'ultima settimana - ha dichiarato il primo cittadino - mostrano il grande impegno che c'è. Ma non mi nascondo il resto. Anche io registro mail di cittadini che segnalano recrudescenza di rapine, di atti di violenza, anche in pieno centro della città. Si investa di più su straordinari di personale, sulle auto. Il paradosso che corriamo, grave, è che la nuova grande opportunità del turismo offri maggiori prede ai criminali di strada. Non possiamo consentirlo».

L'aumento di scippi e rapine registrato negli ultimi tempi impone un rafforzamento dei controlli e delle azioni a sostegno della lagalità. «Stiamo cercando di far uscire dalla clandestinità anche economica, quei giovani del Senegal che si sono rifiutati di pagare il pizzo - spiega l'ex magistrato - Tocca anche a loro rispettare le regole, li stiamo aiutando. Ma attenzione, si guarda a noi come presidio istituzionale di legalità: l'Anci mi affida la delega alla Sicurezza, un onore e un onere, significa che con tutti i problemi Napoli è punto di riferimento». Soffermandosi infine sulla vicenda del commerciante della Duchesca, vittima di atti intimidatori dopo aver denunciato l'assenza dello Stato e lo strapotere della criminalità in alcune aree del territorio, de Magistris conclude: «E' mia intenzione incontrarlo, ma senza strumentalizzazioni. Ci andrò quando saranno calati i riflettori».

 

 

© Riproduzione riservata