Lunedi 23 ottobre 2017 13:44

«Basta battaglie personali nel Pd di Napoli», nota di fuoco di Paolucci e Co.




Giornate frenetiche per il Pd partenopeo. E' già campagna elettorale, soprattutto per Bassolino che è da tempo in clima primarie. Manca lo sfidante e la risoluzione della questione non è dietro l'angolo. Tante le posizioni, pochi i nomi. C'è distanza tra le varie correnti e lo conferma una nota di Area riformista. «Ogni mattina, nel Pd napoletano, si alza una persona e parla a nome di un gruppo. Avesse almeno l’attenzione di avvertire gli altri. E’ brutto che ciascuno di noi debba apprendere dai giornali qual è la sua posizione. La prossima volta, preghiamo almeno della cortesia di essere avvisati. Basta un sms», si legge nel documento firmato da Luisa Bossa, deputata, Elisabetta Gambardella, presidente dell’assemblea provinciale di Napoli del Pd, Massimo Paolucci, europarlamentare e Giorgio Piccolo, deputato. «Al di là dell’ironia – continuano gli esponenti di Area riformista – bisogna chiarire che l’Area alla quale apparteniamo per cultura politica e radici comuni, è ampia, articolata, e come tutti i collettivi non deve essere coinvolta in partite personali. Ognuno ha il diritto di fare la sua battaglia, di condurla come meglio crede, con le scelte che ritiene più giuste. Ma va chiarito che non si tratta di posizioni collettive. Non si può investire un’area politica di scelte che riguardano la città di Napoli, su cui non si è discusso insieme, non si sono assunte posizioni di gruppo, non si sono indicati candidati o riferimenti collettivi». © Riproduzione riservata