Giovedi 21 settembre 2017 07:00

Abc contro Regione Campania: «Legge su riordino idrico, favore alla Troika»




Tensione tra Abc, il consorzio pubblico che si occupa della gestione idrica a Napoli, e la Regione Campania. I lavoratori e il commissario straordinario Maurizio Montalto parteciperanno alla manifestazione indetta dal Coordinamento regionale dei Comitati per l'Acqua Pubblica che si terrà domani, sabato 28 novembre, a Napoli. Alla base della protesta c'è la posizione nettamente contraria a quanto previsto nella legge  regionale sul riordino del servizio idrico, approvata lo scorso 16 novembre dal consiglio regionale campano.Il corteo partirà alle 10,30 da piazza Matteotti e vedrà Abc e comitati insieme per chiedere «una riforma immediata del testo in senso democratico e sostenibile con l'obiettivo del riconoscimento sostanziale del diritto all'acqua». «La gestione dell'acqua pubblica di Napoli - ha sottolineato Montalto in una nota - sta subendo una dura aggressione politica. Il testo approvato dal Consiglio nell'incipit evoca il referendum del 2011, ma di fatto destina l'acqua al profitto degli speculatori. La nuova legge per il riordino del servizio idrico istituisce un Ente di Governo d'Ambito unico per la Regione, incompatibile con la gestione pubblica di Abc e con ogni gestione pubblica e per questo va contrastata con una forte azione di resistenza». «L'obiettivo della norma è - ha aggiunto - creare un meccanismo di accorpamento e centralizzazione dei luoghi delle decisioni fondamentali, poiché guarda diritto a un modello di gestione ultraregionale. Il percorso descritto è perfettamente allineato ai diktat della BCE e del Fondo Monetario Internazionale, elementi portanti della Troika. Vi si è adeguato il governo nazionale e li asseconda il governo regionale». © Riproduzione riservata