Venerdi 20 ottobre 2017 16:01

Movimento 5 Stelle, la pizza servita dai parlamentari «No ai soldi pubblici»




NAPOLI - Grande successo ieri sera per la pizza servita dai venticinque parlamentari del Movimento 5 Stelle tra cui Alessandro Di Battista e il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio, ai cittadini nelle pizzerie Sorbillo e Rossopomodoro sul lungomare per autofinanziarsi la campagna elettorale che vede come candidata alla poltrona di Palazzo Santa Lucia, Valeria Ciarambino. Una trovata, questa, che va al di fuori degli schemi della politica dal momento che il Movimento 5 Stelle ha rifiutato i 42 milioni di euro previsti per i rimborsi elettorali. «Non tocchiamo un soldo pubblico per la nostra campagna elettorale - ha spiegato la candidata Ciarambino - La manifestazione di autofinanziamento rappresenta quello che per noi è la politica e cioè comunità e servizio». Inoltre per il M5S e per Valeria Ciarambino le eccellenze campane rappresentano una priorità e in tal senso la pizza napoletana è stata posta al centro della campagna elettorale e di conseguenza della campagna di finanziamento. «Abbiamo intenzione - continua la Ciarambino - di agevolare i ristoratori nell'acquisto dei prodotti della nostra terra mediante sgravi fiscali proprio per tutelare le eccellenze campane a differenza di Renzi che ha fatto di McDonald’s lo sponsor principale di Expo 2015». © Riproduzione riservata