Mercoledi 22 novembre 2017 17:31

Elezioni regionali, Caldoro: «De Luca non può governare. Se vince si voterà di nuovo»




NAPOLI - «Quella di De Luca è un'ambizione personale contro gli interessi dei cittadini, una candidatura contro la legge. Si sapeva da prima. Se un politico si candida alla più alta carica regionale non lo può fare contro la legge. Come si fa a chiedere ai cittadini di rispettarla se si fanno scelte cosi? Passa in Campania un messaggio devastante. È chiaro dopo la decisone della Cassazione». Non usa mezzi termini il governatore uscente, Stefano Caldoro, nel pronunciarsi sulla complessa vicenda politico-giudiziaria in cui è coinvolto il suo principale avversario nelle amministrative di domenica prossima, Vincenzo De Luca. Ospite questa mattina in diretta telefonica nella trasmissione condotta da Maurizio Belpietro su Canale 5, “La Telefonata di Belpietro”, Caldoro ha affrontato il delicato tema degli impresentabili, particolarmente dibattuto nel corso della campagna elettorale. Il discorso chiama in causa l'ex sindaco di Salerno, sul quale incombe l'ombra della legge Severino. «Per colpa della cattiva politica - prosegue Caldoro - siamo al caos istituzionale. De Luca, anche secondo la previsione dello Statuto regionale, non potrà nominare il vice. De Luca decade. E’ parere anche di autorevoli giuristi: la cosa più probabile è il ritorno al voto con uno spreco di circa 24 milioni di euro». Un'ipotesi che Caldoro allontana con deciso ottimismo: «Per fortuna non avverrà - conclude - Vinciamo noi e vince la Campania con un voto democratico, trasparente». © Riproduzione riservata