Lunedi 20 novembre 2017 22:18

L’idea di de Magistris: «Vogliamo organizzare le Olimpiadi della Magna Grecia»




«Se Roma non se la sente o l'amministrazione ha paura di essere coinvolta dalla corruzione, siamo pronti a realizzarle noi con le mani pulite, con organizzazione efficiente». Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, torna a parlare dell'idea di organizzare le Olimpiadi del 2028, dopo il rifiuto della sua omologa romana. «Anche noi - ha spiegato l'ex pm - siamo in predissesto, ma abbiamo tagliato i costi della politica, utilizzato al meglio i fondi europei e anche i grandi eventi fatti in città con sono stati realizzati con grande capacità organizzativa, attenzione e con pochissime risorse pubbliche». «Napoli e il Mezzogiorno - ha aggiunto - sono pronti ad organizzare le Olimpiadi del 2028. Mi piace l'idea delle Olimpiadi della Magna Grecia». Non sono mancate le stoccate al governo e a Renzi. «Ci stiamo riscattando nonostante le discriminazioni da parte del governo. Mentre esistono città del Mezzogiorno collegate con treni a un binario non elettrificata e che vanno a gasolio, abbiamo chi propone queste grandi opere pubbliche - ha detto de Magistris in riferimento è al progetto del ponte sullo stretto di Messina -. Vorrei che un giorno il presidente del Consiglio cominciasse ad occuparsi dei piccoli e grandi problemi del Mezzogiorno, fino ad ora abbiamo sentito solo chiacchiere». «Ognuno la può pensare come vuole ma c'è un Governo che non investe sulla sicurezza del Paese, dal dissesto idrogeologico agli edifici, dai fiumi alle scuole, che non dà risorse ai Comune i e quindi ai cittadini».