Sabato 18 novembre 2017 07:13

Comunali 2016 Napoli, Di Maio (M5s) «Presto i nomi dei candidati». E De Magistris in campo con lista “Meridionalisti”




NAPOLI - Le primarie del Pd sono ormai quasi alle porte, quel momento decisivo in cui verranno ulteriormente definiti i contorni di una battaglia politica che agli occhi di molti sembra solo un grosso punto interrogativo sembra essere imminente. E mentre il centrosinistra si affaccenda in annunci e smentite sul tête-à-tête Valente-Bassolino, il Movimento 5 stelle sembra leggermente più deciso: non solo il candidato di Roma, ma anche quello di Napoli sono prossimi ad essere annunciati all'elettorato. Ad annunciarlo è il deputato Luigi Di Maio, che ha voluto sottolineare come molti si lasciano distrarre dal rimpasto di Governo. Fuffa, fumo negli occhi, che rallenta sui programmi elettorali, «operazione da prima repubblica», questo è per il deputato pentastellato l'operazione messa su dal Presidente del Consiglio,  Matteo Renzi, nelle scorse ore. «Sui programmi noi siamo più avanti degli altri» promette Di Maio, e poi lancia l'attacco alla Camera «Fingono di litigare su temi come quelli delle Unioni civili e poi si mettono d'accordo sulla spartizione delle poltrone». Ritornando alla questione delle amministrative, a prender forma non sono solo gli schieramenti alternativi all'attuale amministrazione. Infatti, a sostegno dell'attuale sindaco Luigi De Magistris, si schiererà la lista dei meridionalisti dem federalisti europei, che propongono una lista civica dal nome decisamente meno lungo della loro definizione "Meridionalisti Napoli Capitale". Una serie di candidati, spiega il leader del movimento Alessandro Citarella, aperta a tutti gli schieramenti meridionalisti e tutti i napoletani, che verranno selezionati in base a tre criteri: «rettitudine, trasparenza e passione meridionalista». «Politica trasparente messa in atto in questi cinque anni, il coinvolgimento serio della cittadinanza e la spinta autonomista rispetto alle politiche nazionali che impediscono lo sviluppo di Napoli e del Mezzogiorno causando disoccupazione e degrado» sono i motivi per cui i Meridionalisti Napoli Capitale appoggeranno Luigi De Magistris nella corsa a Palazzo San Giacomo. Sembra impossibile non pensare ai movimenti neo-borbonici, ma Citarella spiega che il movimento nasce per promuovere il consolidarsi di «questa impronta di autonomia di Napoli e del Sud che non significa isolamento, ma che mostra l'esistenza di un Sud che non va con il cappello in mano a lamentarsi, ma che con coraggio, dignità e senso di appartenenza rivendica un ruolo nel rilancio del Paese portando avanti una battaglia per la democrazia». ©Riproduzione riservata