Giovedi 23 novembre 2017 06:23

Referendum costituzionale, de Magistris attacca Renzi: «È ovunque con la sua propaganda per il sì»
Il sindaco di Napoli torna a parlare di referendum costituzionale e non risparmia critiche a Renzi e De Luca

29 novembre 2016



NAPOLI - «Renzi ormai è ovunque con la sua propaganda mediatico politica per il Sì». Il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, commenta così l'ipotesi che venerdì 2 dicembre il presidente del Consiglio Renzi possa chiudere a Napoli la campagna elettorale per il referendum. Il primo cittadino, intrattenendosi con i giornalisti al termine di una riunione del comitato per l'Ordine e la sicurezza, ha ribadito a muso duro il suo punto di vista sull'energica campagna referendaria condotta dal premier. «Si registra un'anomalia democratica quando un Governo entra così prepotentemente sul tema di una modifica così profonda della Carta costituzionale - ha dichiarato l'ex pm - C'è da preoccuparsi dal punto di vista democratico».

Il sindaco chiama direttamente in causa anche De Luca, finito nell'occhio del ciclone in seguito al discutibile discorso pronunciato la settimana scorsa all'Hotel Ramada di Napoli, in cui "invitò" 300 sindaci campani a votare in favore del sì. «In Campania abbiamo registrato atteggiamenti assolutamente inaccettabili», spiega De Magistris, che conclude: «Se solo pensiamo ai linguaggi, ai metodi, alle promesse elettorali di Renzi e De Luca, siamo a quel sistema politico che Renzi disse di voler rottamare e che invece ha contribuito fortemente a saldare».

 

© Riproduzione riservata