Venerdi 20 ottobre 2017 14:10

Smog Napoli: De Magistris «La situazione è monitorata», Rostan (Pd) nega «Peggio di Roma»




NAPOLI - «Domani vedremo che tipo di analisi sarà fatta e se ci saranno delle azioni da fare in sinergia con il Governo. Tutto quello che dovevamo fare l'abbiamo fatto». Così il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, ha risposto a una domanda sullo smog in città. «La situazione è monitorata». Parole sicure quelle del primo cittadino di Napoli tanto che ha annunciato che da gennaio «partiranno altre azioni strutturali che vanno al di là dell'emergenza del momento» proprio per tenere maggiormente sotto controllo il problema dell'inquinamento dell'aria. Ma se da un lato De Magistris asserisce che Napoli non è tra le città più inquinate, dall'altro arriva la smentita da parte del deputato del Pd Michela Rostan «Napoli sta molto peggio di Roma - ha dichiarato - Secondo Legambiente al 18 dicembre Roma è a 49 sforamenti per le polveri sottili, Napoli a 59. E quasi certamente negli ultimi giorni, specie dopo il caos di ieri, si è sfondata quota 60». «A Milano - ha aggiunto - si blocca il traffico, a Roma si può viaggiare per l’intera giornata con un biglietto da 1,50 euro. A Napoli, invece, nessun incentivo, solo caos, limitazioni del traffico inefficaci, pochissimi bus e corse della metro che arrivano anche ad attese di 20 minuti. È così che la giunta vuole difendere il diritto alla salute dei cittadini e favorire il trasporto pubblico?». Secondo Rostan «la verità è che dalla giunta De Magistris arrivano solo chiacchiere, isolamento politico e scaricabarile. Il dato catastrofico del bilancio dell’Anm sta a dimostrare una palese incapacità gestionale sul trasporto pubblico e un’assoluta mancanza di strategia per il contrasto all’inquinamento atmosferico». © Riproduzione riservata