Venerdi 23 febbraio 2018 05:29

Pazienti adagiati a terra nell’ospedale di Nola, De Luca: «Caso nato da immagini falsanti»

30 gennaio 2017



NAPOLI - E' stato inaugurato quest'oggi il reparto di rianimazione e delle sale operatorie dell'ospedale Santa Maria della Pietà di Nola, diventato tristemente noto per la vicenda dei pazienti curati a terra nella notte tra il 7 e l'8 gennaio scorso a causa dell'eccezionale numero di accessi registrato nella struttura. La cerimonia di inaugurazione ha visto la partecipazione del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, che ha colto l'occasione per incontrare uno dei tre medici del Pronto Soccorso sospesi in seguito alla vicenda e successivamente reintegrati in servizio.

«Siamo venuti a Nola per fare un'operazione verità», ha dichiarato il governatore. Subito dopo la pubblicazione delle foto che ritraevano i degenti adagiati sul pavimento del nosocomio De Luca aveva chiesto la sospensione immediata dei tre camici bianchi in servizio nel Pronto Soccorso quella notte, salvo poi smussare i toni della polemica elogiando pubblicamente l'operato dei medici chiamati a soccorrere un paziente anche in condizioni logistiche avverse. Un'immagine frutto di istantanee che hanno «falsato quella che è la realtà della nostra sanità, fatta di grandi professionalità», ha sottolineato l'ex sindaco di Salerno, precisando «che uno dei pazienti messi a terra era stato posizionato di lato per evitare rigurgiti, mentre l'altro veniva sottoposto a massaggio cardiaco».

«Abbiamo compiuto tutte le verifiche del caso - ha concluso il presidente, che aveva garantito più volte di voler andare a fondo nella vicenda - e se emergeranno responsabilità prenderemo le dovute decisioni».

© Riproduzione riservata