Mercoledi 20 settembre 2017 13:13

“Poe: tra genio e follia nella mente di Edgar Allan Poe” in scena alla Galleria Borbonica




Ancora una volta il teatro si fa nel sottosuolo di Napoli: nella cornice della Galleria Borbonica infatti, il 23 e 24 luglio, andrà in scena "Poe: Tra genio e follia nella mente di Edgar Allan Poe". Lo spettacolo, prodotto da "Il Demiurgo" e "Nevermore", viene presentato dunque in una delle cornici più interessanti, emozionali ed evocative di Napoli e racconterà la vita, il genio e la follia di Edgar Allan Poe, padre della letteratura orrorifica, del thriller e del giallo, nome tra i più significativi della storia della letteratura statunitense. Il viaggio nella mente di Poe si snoderà lungo il percorso della Galleria , con l'artificio narrativo del delirio del protagonista, che fu costretto a convivere, per gran parte della sua vita, con depressione, ansie, disperazione e alcolismo. L'autore infatti, è tra i più controversi della letteratura mondiale: scomparso il 7 ottobre 1849, non sono ancora chiare le cause e le modalità della morte. Il 3 ottobre del 1849 il maestro americano fu trovato in pieno delirio mentre girovagava per le strade di Baltimora, indossando abiti non suoi. Quattro giorni dopo morì in ospedale, senza mai essere stato in grado di spiegare cosa gli fosse successo. Non avendo documentazione medica dell’epoca, negli anni si sono susseguite varie ipotesi, tra cui epilessia, sifilide, rabbia, delirium tremens, meningite e colera. Si dice che la notte prima di spirare abbia ripetuto il nome “Reynolds”, ma nessuno ha mai saputo spiegare a chi si riferisse. E' dalla sua mente fragile e geniale che vengono fuori i suoi "demoni", incarnatisi poi nelle storie confluite nelle sue opere. Lo spettacolo si snoderà a partire dall'ingresso in via Morelli, nei pressi del medesimo parcheggio. Previste due repliche al giorno per due giorni, alle ore 19.30 e 21.00, nei giorni 23-24 luglio. I posti sono limitatissimi, per prenotare basta telefonare al 331.3169215 o scrivere a nevermore.amministrazione@gmail.com

© Riproduzione riservata