Domenica 20 agosto 2017 02:30

Carla Fracci diserta la Scala per il San Carlo: «Napoli è stata più generosa»




Carla Fracci ha scelto Napoli. La grande ballerina sarà al Teatro San Carlo il 26 e 27 ottobre, disertando così la Scala di Milano dove era stata invitata per la prima di «Giselle» con Roberto Bolle e Sveltana Zakharova. La Fracci ha compiuto 80 anni ad agosto e, forse, si aspettava un trattamento diverso dal Massimo milanese. Invece le è arrivato semplice un invito come invitata. Tutta un'altra storia a Napoli, dove lo spettacolo si intitolerà "La Musa della danza, Auguri Carla!". Sarà una vero e proprio omaggio alla donna che, più di ogni altra, ha dato lustro alla danza in Italia. E così Carla ha scelto: sarà a Napoli. «Avrei preferito essere coinvolta in una serata speciale - spiega a Il Mattino - . Mi sarebbe piaciuto ripercorrere, come in un abbraccio affettuoso, la mia carriera. I tempi sono cambiati. Milano è cambiata. Peccato. Napoli è stata più generosa. Mi festeggerà con due serate di gala il 26 e il 27 ottobre». Le due serate in onore di Carla Fracci sono state promosse dal direttore del corpo di ballo del San Carlo, Giuseppe Picone. «Quando aveva 12 anni ed era un giovanissimo allievo fu scelto per la parte del giovane Nijinsky nel balletto omonimo che aveva appunto la regia di Beppe Menegatti. Quello - svela Carla Fracci a Repubblica - è stato il suo vero primo passo da grande ballerino e oggi che è divenuto il direttore del corpo di ballo del San Carlo ha voluto omaggiare me e mio marito che per primi abbiamo creduto nel suo talento. Io questa la chiamo gratitudine e mi riempie il cuore».