Martedi 22 agosto 2017 01:41

La Parrucchiera: storia di ordinaria napoletanità, da oggi al cinema

06 aprile 2017



NAPOLI - L'aggettivo ordinario può risultare abbastanza equivoco se ci si riferisce a qualcosa di "napoletano". Qualsiasi cosa. Perché quando è Napoli la domanda, spesso resta anche la risposta. Noi di D.P. abbiamo assistito ieri, presso l'Hart, all'anteprima del film "La Parrucchiera" di Stefano Incerti, una storia made in Naples in uscita proprio oggi in molte sale italiane.

La vicenda di Rosa, parrucchiera dei Quartieri Spagnoli, è semplice e funzionale, non priva di colpi di scena nel finale. Nel film c'è davvero tutto: il dialetto, le forme sinuose (elogio alla donna), i motorini senza casco, gli immigrati, "lo scrocco" e "la cazzimma". Più che una pellicola contro i luoghi comuni è un qualcosa che confermandoli riesce a superarli tutti. Perché la Napoli generica non è diversa da quella combattiva, quella che "ammettendo" continua a rivendicare meriti, talenti e forza d'animo che da sempre la contraddistinguono. Pare che il regista abbia aperto una finestra sul Vesuvio non per svelarne un'alternativa realtà del tutto priva di stereotipi, ma per non scordare che da lì al mare ci sono strade e piazze con vita vera intrinseca di cosciente teatralità. Talento e umanità. La parrucchiera non è un film "da apprezzare", ma da amare per quello che è.

Stefano Incerti e il cast saluteranno il pubblico oggi 6 aprile alle ore 20.30 al Cinema Metropolitan e alle 21.30 al Multicinema Modernissimo. Domani 7 aprile saranno alle 20.30 al Cinema Plaza e alle 22.30 all'Uci Cinemas Casoria.

© Riproduzione riservata