Mercoledi 21 febbraio 2018 08:12

“Neapolis Mantra”, Enzo Gragnaniello in concerto al Teatro Augusteo




"Neapolis Mantra", questo il titolo del nuovo spettacolo che Enzo Gragnaniello porterà sul palcoscenico del Teatro Augusteo il 14 marzo.

Intitolato all’omonimo album che Enzo Gragnaniello pubblicò sul finire degli anni Novanta, "Neapolis Mantra" sarà un viaggio tra esperienza e sogno: «Ho scelto canzoni che hanno, tra esse, affinità di spirito, di poetica, di passione. Cercando l’alto, una fisicità medianica. Al di là della vanità da palcoscenico. Voglio dire delle cose ma a modo mio e attraverso una ricerca che mai si interrompe.»

Accompagnato dalla portoghese Dulce Pontes – sublime interprete e autrice di moderno fado – e da un quartetto d’archi che si aggiunge alla sua fidata band, Gragnaniello proporrà un canzoniere molto vario: «Parto da Neapolis Mantra e mi dirigo verso un Neapolis magma, immaginando soluzioni armoniche e estetiche. Io e Dulce saremo due onde mediterranee che si incontrano, si scontrano, inventano un nuovo ritmo. E credo accadranno imprevedibili sorprese». Tra queste sorprese, Gragnaniello ha annunciato che all'Augusteo eseguirà una nuova canzone in anteprima assoluta, dal titolo "Lo chiamavano vient' 'e terra".