Martedi 26 settembre 2017 03:50

Bono Vox al Chiostro di Santa Caterina a Formiello, un sogno possibile?
Grande successo per il concerto di Sophie Auster al Chiostro di Santa Caterina a Formiello, il sogno è ospitare Patty Smith e Bono Vox

08 aprile 2017



NAPOLI - Un luogo magico nel cuore popolare di Napoli. Il Chiostro di Santa Caterina a Formiello, in piazza Enrico De Nicola, è un'oasi nel frenetico ménage della Ferrovia. Mentre fuori la vita scorre lì regna la tranquillità. Ma la sera il chiostro si illumina e il silenzio è rotto dalle melodie degli artisti che sono ospiti di Made in Cloister, la fondazione che si occupa della gestione e della valorizzazione del sito. L'ultimo successo martedì quando nel chiostro si è esibita Sophie Auster. Le calde melodie newyorkesi dell'artista statunitense, figlia di regista Paul Auster e della scrittrice e poetessa Siri Hustvedt, hanno coinvolto il pubblico per una bella notte di musica.

Il prossimo appuntamento a Santa Caterina a Formiello è a metà maggio con Tadashi Kawamata. L’artista giapponese proporrà un'exhibition contenente un concept inedito: la realizzazione di un'opera collettiva che coinvolga gli artigiani e i residenti di Porta Capuana. Kawamata vorrà rendere protagonista il quartiere nel creare un'installazione che sarà poi esposta all'esterno della Fondazione, cambiando il paesaggio urbano intorno a piazza De Nicola.

I sogni di Made in Cluster, però, si chiamano Patty Smith e Bono Vox. Un'esibizione della "sacerdotessa del rock" sembra l'obiettivo più fattibile. Più difficile, invece, portare a Porta Capuana il frontman degli U2. Ma, a Santa Caterina a Formiello, non c'è voglia di arrendersi. «Il sogno è Bono - conferma Davide De Blasio, promotore di Made in Cluster, ai microfoni del Tgr Campania -. L'ho conosciuto a New York, gli ho parlato di questa possibilità e ci stiamo pensando». «Sarà difficile, ovviamente, ospitare una serata acustica di Bono per un pubblico di duecento o trecento persone. Ma siamo in un mondo dove può succedere qualunque cosa se ci credi. E noi ci crediamo».

© Riproduzione riservata