Sabato 23 settembre 2017 00:35

“Bastavamo a far ridere le mosche”, la pièce autobiografica di Sergio Longobardi alla Sala Assoli




Arriverà da Parigi, per il 30ennale di Sala Assoli, Sergio Longobardi, che sarà in scena dal 9 all'11 ottobre con il suo "Bastavamo a far ridere le mosche". Uno spettacolo che si modifica ogni volta che viene rappresentato, una pièce d’ispirazione autobiografica che l'artista partenopeo porterà sul palco del luogo in cui ha cominciato a conoscere ed amare il teatro e in cui ha sempre avuto la possibilità di sperimentarsi, come racconta proprio l'artista «La Sala Assoli é stata la mia palestra. Ho iniziato qui a fare teatro con Laura Curino, Roberto Tarasco  e i compagni del CUT (Centro Universitario Teatrale dell’Istituto Universitario Orientale di Napoli), oggi tutti o quasi acclamati uomini e donne di teatro e d'arte. Se non ci fosse stata la Sala Assoli il tarlo del teatro non sarebbe mai potuto entrare nel mio animo di burattino di legno. La Sala ha la responsabilità di aver accolto le mie collezioni di attimi di delirio.» Lo spettacolo racconta le vicissitudini di un clown napoletano esiliato volontariamente a Parigi ed il suo rapporto con il padre, che si ritrova ad affrontare in un dialogo intimo e realista allo stesso tempo, nel quale  si interroga sulla sua identità di artista e d’uomo.

"Bastavamo a far ridere le mosche" di Sergio Longobardi
Info: Botteghino Sala Assoli  tel.  081 19563943 – botteghino@associazioneassoli.it
Orario spettacolo: venerdì e sabato 20:30; domenica ore 18
Biglietto intero: 12 euro; under 25 e studenti universitari 8 euro

© Riproduzione riservata