Mercoledi 20 settembre 2017 22:11

Teatro Cilea, il cartellone per la stagione 2016/2017




Divertimento, accoglienza e familiarità. Questi i fattori su cui punta il Teatro Cilea, e che si propone di offrire al suo pubblico per la stagione 2016/2017. Dopo il rilancio avviato l'anno scorso continua il percorso di crescita della sala vomerese, guidata per il secondo anno consecutivo dalla direzione artistica di Biagio Izzo. Come ribadito più volte proprio da Biagio Izzo, la direzione del Teatro ha cercato di ascoltare - quanto più possibile - i desideri e le richieste del pubblico, creando un cartellone ricco ed eterogeneo. Si parte giovedì 27 ottobre con "Sono apparso a San Gennaro", opera corale nata dall'estro creativo di Federico Salvatore per la regia di Bruno Garofalo. L'artista - o meglio dire, il "cantattore" - Salvatore riveste di teatro i suoi successi televisivi, ripercorrendo la sua storia musicale, riprendendola in forma di sceneggiata. A seguire, dal 24 novembre, richiestissima dal pubblico del Cilea, arriva l'operetta, genere teatrale dall'immediata godibilità. Sul palco ci sarà quindi Umberto Scida, il "re dell'operetta", con "La vedova allegra" di Franz Lehár, una delle operette più famose e rappresentate dell'intero repertorio operettistico. Risate assicurate dal 1 dicembre con Carlo Buccirosso ed il suo "Il divorzio dei compromessi sposi", parodia in chiave musicale del romanzo manzoniano. Come da tradizione, per il periodo natalizio, in scena Biagio Izzo, ancora una volta diretto da Vincenzo Salemme, in "Bello di papà". Dopo il successo de "L'amico del cuore", continua la collaborazione tra i due artisti napoletani: «E' una commedia più smisurata, molto adatta a Biagio che è un grande attore» commenta Salemme. Dal 19 gennaio  "Ben Hur" con Paolo Triestino e Nicola Pistoia, uno degli spettacoli più amati degli ultimi anni: conta più di 300 repliche, 180 città raggiunte ed oltre 100.000 spettatori. Ad una commedia ne seguirà subito un'altra, "Parenti Serpenti", con Lello Arena e la regia di Luciano Melchionna (Dignità autonome di prostituzione), dal 26 gennaio. A soddisfare l'esigenza di un maggiore spessore teatrale arriva Alessandro Benvenuti in "L'avaro" di Molière, opera comica al confine con la farsa, con l'adattamento e la regia di Ugo Chiti. Il divertimento e la risata si confermano comunque l'obiettivo principale della stagione del Teatro Cilea, che prosegue con "Il mistero dell'assassino misterioso" della coppia comica Lillo e Greg e con "Ieri è un altro giorno" con Gianluca Ramazzotti e Antonio Cornacchione. Dal 9 marzo torna Gaia De Laurentiis, questa volta in compagnia di Ugo Dighero e la regia di Stefano Artissunch con "L'inquilina del piano di sopra" di P. Chesnot, che porteranno in scena "l'incontro di due solitudini". A seguire Giovanni Esposito, Ernesto Lama e Paolo Sassanelli in "Signori in carrozza" di Andrej Longo. Molto atteso il nuovo lavoro comico di Peppe Iodice, grande amico di Biagio Izzo e habitué del Teatro Cilea, "Sono un ragazzo fortunato", scritto a quattro mani con Lello Marangio e prodotto dal Teatro Cilea. Sarà un «rimbalzo tra Peppe di adesso e il Peppe di anni '80», una proiezione tra la vita di oggi e il decennio che ha modificato usi e costumi degli italiani. A chiudere la stagione "Figli di un Dio minore", adattamento teatrale del film del 1986 con Giorgio Lupano e Rita Mazza: portato in scena da un giovane cast di attori udenti e sordi, lo spettacolo vuole porre l'attenzione sulla minoranza invisibile dei sordi, con delicatezza e poesia. Ai 13 spettacoli in cartellone si aggiungono tre fuori abbonamento: il live show di "Mia and me", attesissimo spettacolo dedicato ai più piccoli, in data unica l'11 dicembre; "Qualcuno ha visto il Papa?" di Corrado Taranto ed il ritorno, a grande richiesta, di Nino D'Angelo con "Io, senza giacca e cravatta" dal 20 aprile 2017. A completare la vastissima scelta di proposte del Teatro Cilea, quattro eventi da non perdere: i concerti di Eduardo De Crescenzo e Valentina Stella, nel mese di novembre, Leonardo Pieraccioni in un confronto interattivo con il pubblico e la meraviglia di "Comix", della No gravity dance company. Ultima novità della stagione 2016/2017, "Komikamente" rassegna guidata da Michele Caputo che, dopo cinque anni di successi al Teatro Diana, arriva al Cilea con quattro serate di cabaret. © Riproduzione riservata