Made in China Napoletano, al via le riprese del primo film di Simone Schettino


Vittorio ama da sempre Nunzia, ma i problemi sul lavoro ostacolano l'amore. Il negozio di giocattoli di cui è titolare, infatti, perde sempre più clienti dopo l'apertura di un concorrente cinese. Sommerso dai debiti e con Equitalia alle calcagna, Vittorio decide di rapinare la cassaforte del cinese Pask Lee, ma qualcosa va storto e un brutto incidente lo lascia in coma per quattro anni.

Così inizia la trama di <strong>Made in China Napoletano</strong>, l'opera prima del comico <strong>Simone Schettino</strong>. Nel cast <strong>Tosca D’Aquino, Elisabetta Gregoraci, Maurizio Mattioli, Angelo Di Gennaro, Benedetto Casillo, Yoon C.Joyce, Rosaria D’Urso, Fabio Gravina</strong> e <strong>Tommaso Bianco</strong>, mentre dietro la camera da presa e sotto i riflettori nei panni del protagonista troviamo il mattatore napoletano. Un progetto ambizioso per Schettino, che lascia temporaneamente il teatro per dedicarsi al cinema in un doppio ruolo completo e complesso.

Le riprese, iniziate il 10 ottobre nel comune di Angri, dureranno 4 settimane coinvolgendo anche i paesi adiacenti tra cui Scafati e Castellammare Di Stabia.Il film si presenterà l'11 ottobre al castello Doria di Angri in presenza dello stesso <strong>Schettino</strong>, alcuni membri del cast, il produttore esecutivo <strong>Salvatore Scarico</strong> di EasyCinema e il sindaco di Angri.

Una commedia divertente e spensierata che racconta con ironia un tema di grande attualità quale quello dei prodotti di provenienza cinese che stanno sostituendo rapidamente e inesorabilmente il Made in Italy. Un problema enorme per la qualità dei prodotti del nostro territorio raccontato a suon di risate come <strong>Simone Schettino</strong> ci ha da sempre abituati.

© Riproduzione riservata