Mercoledi 23 agosto 2017 02:39

Suo.Na Festival 2015, il ritmo delle cose belle a Castel Sant’Elmo




Tre stage che si accenderanno in successione, otto artisti della scena indipendente italiana: così si presenta l'edizione 2015 del Suo.Na Festival che si terrà il 19 settembre nella location esclusiva del Castel Sant'Elmo, ad ingresso gratuito. Il progetto Suo.Na quest'anno sperimenterà per la prima volta la formula di rassegna itinerante. Oltre il festival di settembre a Napoli, ci saranno altri concerti, sempre gratuiti, in giro per la Campania: ad ottobre ad Avellino, a Caserta a novembre per poi chiudere di nuovo a Napoli nel mese di dicembre. Suo.Na 2015, "il ritmo delle cose belle", quest'anno ospiterà otto artisti, tra band e cantanti, appartenenti al panorama musicale alternativo. In aggiunta al palco musicale, è stato annunciato anche uno stage di danza, con installazioni artistiche in tutto il castello, che vedrà protagoniste le ballerine di ImmaginAria. Si partirà alle 19 - l'organizzazione raccomanda la puntualità, gli orari saranno rigidi per consentire un corretto svolgimento della line up - con lo Stage 1, su cui si esibiranno la bestia CARENNE -  band napoletana formata da Giuseppe Di Taranto, Antonello Orlando, Paolo Montella e Giuseppe Pisano -Dino Fumaretto/Elia Billoni, cantautore romano dalla "doppia personalità", e Iosonouncane, al secolo Jacopo Incani, al secondo lavoro discografico. Alle 21 partirà lo Stage 2, tutto made in Sicilia, con gli artisti più attesi: Colapesce, Levante e la band Marta sui Tubi. Lorenzo Urciullo, in arte Colapesce, esordisce nel 2012 con l'album di debutto "Un meraviglioso declino" che vince il Premio Tenco. Il cantautore, che prende il nome d'arte da una leggende che racconta di un ragazzo che sacrificò la sua vita per diventare una colonna sott'acqua a sostegno della Sicilia, a Napoli presenterà il secondo album, "Egomostro", uscito lo scorso febbraio di cui racconta: «Non è di destra né di sinistra. È voglia di azzerare tutto per ripartire daccapo. Forse è sì un'invettiva, ma solo contro me stesso.» Unica donna on stage, Levante, al secolo Claudia Lagona, è tra le cantautrici più interessanti del panorama rock - pop italiano. Il suo ultimo lavoro, "Abbi Cura di Te" - da cui sono stati estratti i singoli "Ciao per sempre" e "Le lacrime non macchiano", frequentemente on air - è un album che percorre "la strade delle cose buone", che segue l'amore, in cui Claudia è riuscita a volersi più bene. Il risultato sono dodici tracce che rinnovano ed esaltano le sue qualità, con testi più maturi e sonorità più pulite. Infine, i Marta sui Tubi, recentemente tornati all'originario assetto in trio, con il frontman Giovanni Gulino, Carmelo Pipitone e Ivan Paolini. Sei dischi alle spalle, l'ultimo nel 2014 intitolato “Salva Gente”, il loro genere è un punk-folk capace di catturare l’attenzione in pochi secondi. Numerose sono state le apparizioni in tv come al Festival di Sanremo del 2013 e altrettanto numerose sono state le collaborazione con altri artisti come Lucio Dalla, Franco Battiato e Malika Ayane. Da mezzanotte in poi, sul palco saliranno i Drink to me e Populous, esponenti della scena elettronica indipendente. Otto realtà diverse, indipendenti, che non hanno paura di esprimersi in tutta la propria sensibilità artistica. Un'occasione da non perdere, perché "la vita è migliore con l'arte negli occhi". © Riproduzione riservata