“Ancora il sole sorge”, musica e teatro con Pasquale Romano




 Pasquale-Romano“Chist'è 'o paese d' 'o sole” recita il primo verso del ritornello scritto da Libero Bovio nel lontano 1925. Eppure, quasi un secolo dopo, si sente ancora il bisogno di associare la nostra città alla bellezza aurea del sole. “Ancora il sole sorge” si chiama il primo lavoro discografico del giovane artista napoletano Pasquale Romano, un disco che unisce l’amore per la propria terra alla passione per la musica ricordando, attraverso quel titolo, il ripetersi della bellezza nonostante tutto, la rinascita ogni giorno, nonostante tutto.

Il 24 maggio, alle ore 20.30, a calcare il palcoscenico del Teatro Summarte di Somma Vesuviana sarà, dunque, questa consapevolezza resa parole e resa musica grazie al contributo di Raffaele Norma alla batteria, Luigi Castiello al basso, Valerio Fusco e Giulio Erra alle chitarre, Raffaele Vitiello alla fisarmonica, Genny Bottigliero al pianoforte, Enrico Sforza alla tastiera. Insomma, un forbito gruppo di artisti con la direzione artistica e gli arrangiamenti di Cosimo Lombardi. Non solo musica però, lo spettacolo sarà arricchito di una componente teatrale con le coreografie di Donato Morra e Ornella Esposito e la regia di Stefano Ariota. A presentare l’evento Simona Maria De Conceicao, mentre madrina d’eccezione sarà la nuotatrice paralimpica Imma Cerasuolo.

Pasquale Romano coniuga teatro e musica in un istrionismo da palcoscenico che ricorda il suo cantante d’ispirazione, Massimo Ranieri. Dalla rilettura in un soul innovativo di brani della tradizione melodica italiana, espressa già nello spettacolo “Viaggiando con la musica”, Romano passa quindi a far sorgere un sole diverso eppure – ci auguriamo – sempre splendente, come quelli che lo hanno preceduto.

© Riproduzione riservata