Venerdi 18 agosto 2017 01:20

Al Lanificio 25 il nuovo singolo “Te vengo a cercà” de La Maschera




NAPOLI – È la genesi di una nuova avventura quella che la band “La Maschera” vuole raccontare, sabato 30 aprile 2016 alle ore 22:30, con il concerto organizzato al Lanificio25, a Porta Capuana, durante il quale sarà presentata la nuova canzone "Te vengo a cercà". Il quintetto che oggi include Roberto Colella (autore dei testi e polistrumentista), Vincenzo Capasso (tromba), Alessandro Morlando (chitarre), Antonio Gomez (basso e contrabbasso) e Marco Salvatore (batteria e percussioni), in questo evento ha come obiettivo quello di sperimentare nuovi input ritmici. Il gruppo napoletano, dopo aver conquistato il pubblico con l'intensità dei brani del disco di debutto "'O vicolo 'e l'alleria", riparte mettendo in ordine idee e ispirazioni pronte e necessarie per la scrittura e la composizione del prossimo album. Sui temi e sul sound, a cui si ispirerà il nuovo disco, il frontman Roberto Colella racconta: «Siamo da meno di un mese in giro con "Te vengo a cercà": un grido di gioia generato da un abbraccio tra Napoli e Dakar, tra l'asfalto del Mediterraneo e la sabbia del Senegal, un incontro speciale con Laye Ba, assoluta star del canto africano e senegalese, un'epifania e poi una canzone che ci ha portato a Dakar tra l'amore degli sconosciuti e di una nuova famiglia, tra nuove sonorità e antiche culture, fino a essere accolti nelle più importanti tv nazionali, compresa quella che fa capo a monsieur Youssou N’Dour.  "Te vengo a cercà" è già un successo più di quello che potessi immaginare. So che questa canzone è una creatura che non vedeva l'ora di finire in rete, così torniamo a suonare in un posto che amiamo particolarmente. La nostra Napoli!». Un'anima creativa, sensoriale e artistica è quella della band che sceglie di affrontare un viaggio per assecondare la sue curiosità, anziché andare alla ricerca ossessiva del proprio sè. Il concerto, tra l'altro,  prevede una serie di sorprese in scaletta tra cui la segreta rielaborazione di musiche emblema di un illustre repertorio sia partenopeo che mondiale. A precedere e a seguire il live ci sarà il dj set di Carlos Valderrama. Il costo per l'ingresso è di 6,00 euro (tessera associativa inclusa). Per info è possibile telefonare al numero: 333-9126318. Il testo di “Te vengo a cercà” Nioo booke faniuu diogue Booke faniuuy deloo Ngua am yaay ma am baay Deret bi benela Ngua am yaay ma am baay Deret bi benela Viento cavero che saglie Tieni cumpagnìa ‘e criature Puort’ lacreme e sudore A chi cerca ‘e annasconnere ‘e culure Liev’ ‘o peso d’ ‘a fatica Je mo parto… nun me fa sentì ‘a paura Nun m’ha visto nisciuno ‘int’ ‘o scuro Faccia sporca ‘e ‘na guerra addò niente è sicuro E ‘int’ ‘a guerra ce vò cchiù curaggio a restà Ah… chest’ è Napule e nun è Africa Scinn’ ‘a copp’ ca nun può stà fermo a guardà Nuje cantamme… e ‘o stesso sole c’ abbrucia e ce fa ‘nnammurà e pe’ quanto stu mare è tempesta je stanotte te vengo a cercà jamm laniuuy nian moom laniuuy nian burbi yalla xiro nguayogui waruniuu thi sunu bir xiro nguayogui waruniuu thi sunu bir fronne cadono e ‘o munno se sparte tra chi è terra salata e chi è sciore che nasce e ogni sciore, pe’ ammore s’ha da fa campà Ma… chest’ è Napule e nun è Africa Scinn’ ‘a copp’ ca nun può stà fermo a guardà Nuje cantamme… e ‘o stesso sole c’ abbrucia e ce fa ‘nnammurà e pe’ quanto stu mare è tempesta je stanotte te vengo a cercà © Riproduzione riservata