Mercoledi 23 agosto 2017 21:27

Addio a Luca De Filippo, la Rai cambia la programmazione




La Rai per commemorare la prematura scomparsa dell’attore e regista Luca De Filippo ha predisposto un cambio di programmazione a partire da venerdì 27 fino a lunedì 30 novembre. Lo riferisce l'ufficio stampa dell'azienda di Viale Mazzini. Appena appresa la notizia Rai 5 ha modificato la sua programmazione trasmettendo nella prima serata del 27 novembre la commedia “Lu curaggio de nu pumpiero napulitano” di Eduardo De Filippo con Eduardo, Mario Scarpetta, Luca De Filippo, Lina Sastri, Isa Danieli, Nunzia Fumo, Gennaro Palumbo. RaiNews24 dedica un'ampia pagina sul suo sito al ricordo di Luca De Filippo. Di seguito gli altri appuntamenti della Rai per ricordare il maestro del grande teatro napoletano che saranno tre e andranno in onda su su Rai 5. Sabato 28 novembre alle 15.55: "'Na Santarella", 1975. Commedia in tre atti di Eduardo Scarpetta (1889). L’intreccio ruota intorno alla figura di Felice, maestro d'organo al convento delle Rondinelle, attività che alterna con la composizione di operette che adora. Quando trova un impresario che vuole mettere in scena la sua ultima composizione, Don Felice è costretto ad alternare il suo abito quasi da prete col frac da compositore. Lo indossa di notte, per provare la sua composizione a teatro, fuggendo di nascosto dal convento, e nascondendolo la mattina all'alba quando vi fa ritorno, per indossare di nuovo il suo abito da insegnante di educande La sera del debutto, la prima attrice, capricciosa e prepotente, abbandona la scena. La giovane Santarella, un'ingenua (ma non troppo) educanda del convento, che conosce la parte a memoria avendo spiato Don Felice, salverà la situazione, esibendosi al posto della prima donna. Sarà un grande successo coronato da applausi scroscianti e da un matrimonio per Santarella, mentre Don Felice, diventato celebre, dovrà però curarsi le ferite provocate dall'ira dell’attrice famosa, esasperata dal successo di una ragazzina qualunque che per una sera l'ha sostituita.  Regia di Eduardo De Filippo con Eduardo, Marilù Prati, Isa Danieli, Luca De Filippo, Mario Scarpetta, Marisa Laurito, Enzo Turco, Gennaro Palumbo, Nunzia Fumo. Sabato 28 novembre alle 21.15: "Padre cicogna", 2013. Racconto sinfonico per quattro voci, voce recitante ed orchestra, su versi di Eduardo De Filippo e musiche di Nicola Piovani, con Luca De Filippo. Il poemetto composto da Eduardo nel 1969, che in questa versione registrata al Teatro Petruzzelli di Bari vede protagonista della lettura il figlio Luca De Filippo, narra la vicenda, umanissima e dolorosa, di un prete spretatosi per amore di una donna che, al fine di scongiurare la temibile vendetta divina, promette al Signore di mettere al mondo tre figli maschi e di chiamarli come i tre magi, Melchiorre, Baldassarre e Gaspare, così da omaggiare, ad ogni nuovo Natale, la nascita del Bambinello e di cantare in suo onore “Tu scendi dalla stelle”. Regia televisiva di Carlo Tagliabue. Lunedì 30 novembre alle 22.40: "O' tuono e marzo, 1974. Commedia di Vincenzo Scarpetta, figlio legittimo di Eduardo Scarpetta e a lungo sodale artistico di De Filippo. Felice Sciosciammocca è un giovane borghese al quale Turillo, un povero "mondezzaio", ha salvato la vita. Per gratitudine Felice decide di tenerlo con sé, ma Turillo ben presto si rivela scostumato e lazzarone. Origliando alcune confidenze, Turillo viene a sapere che Felice è figlio di Sofia: la donna infatti cadendo svenuta tra le braccia di uno sconosciuto durante una notte di tempesta, si ritrovò gravida. Turillo si spaccia allora per il padre di don Felice e a più riprese diventa protagonista di una serie di intrighi e di equivoci che lo vedranno anche padre prezzolato di Giulietta, ex cantante e ballerina, in cerca di una nuova identità. Ma ecco il colpo di scena: presentato dal Cavalier Morzetta, di professione faccendiere e intrallazzatore, compare il vero padre di Felice, il ricco commerciante Alfonso Trocoli. Quindi, superati gli ultimi stupori, donna Sofia accetta questo marito, Felice trova i veri genitori e Turillo viene perdonato dalla famiglia Sciosciammocca. Regia di Eduardo De Filippo con Eduardo, Rina Morelli, Paolo Stoppa, Lina Sastri. Angelica Ippolito, Luca De Filippo, Mario Scarpetta © Ufficio stampa Rai