Mercoledi 13 dicembre 2017 21:46

Jazz Day a Pozzuoli: due giorni di musica e divertimento




POZZUOLI - Una festa all'insegna della musica e dell'allegria sarà quella che partirà, in occasione del "International Jazz Day" sabato 30 aprile 2016 a Pozzuoli, in provincia di Napoli. L'evento, in programma fino al 1 maggio 2016, vede in scaletta non solo la riproduzione della musica jazz, ma anche del blues e del pop. Mentre, durante la giornata dedicata alla festa dei lavoratori ci saranno anche letture, conversazioni e recitazioni scelti appositamente per condividere momenti di cultura e divertimento. Il weekend tutto musicale inizierà sabato alle 12:00 in  piazza della Repubblica a Pozzuoli per poi estendersi per le strade della cittadina flegrea. L'evento è solo un anticipo di quello che sarà il "Pozzuoli Jazz Festival" che quest’anno aprirà il 22 giugno con la presenza di Paolo Fresu al Vulcano Solfatara e il concerto dell’Orchestra Jazz Parthenopea di Pino Jodice e Giuliana Soscia. All'International Jazz Day, invece, tantissimi saranno gli artisti che si esibiranno a titolo gratuito. Tra le proposte artistiche: Carlo Lomanto, Paolo Licastro, Rossella Rizzaro,Luigi Biondi,Sara Grieco, Alessandra Vitagliano,Paolo Palopoli, Valentina Ranalli, Miriam Scognamiglio, Lorenzo Girotti, Alfredo Arcone, Four friends in Naples, Scott and Insciallah, L2 duo, We Transfer quartet, Jazz & go, Echiva jazz band, Vitolo/Pagliano/Lucio Trio, Apiunonbossa, let's doctor play, Sweet Swing, Giuseppe Brandi, Lorenzo Girotti, Royal Gospel Choir e ancora Vincenza De Rosa, Chiara Cimmino, Rossella Zitiello, Ensamble Sinestesia, Soul Foud trio vocalist, il coro Campi Flegrei, Arturo Delogu, Luisa Perfetto, AeroSoul gem, Purple buddha cash, Massimo Curzio, Marco Donnarumma, Lucio Grieco, Eyes Attis, The Bears band, Just sound quintet, Capatosta, Hondmade swing band, Angela schiavone, Achille Troise, Angela Cicala e Carmine Borrino. L'evento dal 2012 è promosso dall'Unesco in quanto «celebra le virtù del jazz come strumento educativo, elemento di pace e unità e come modello cooperazione rafforzata tra le persone. Un’arte, un linguaggio universale e creativo che unisce e crea dialogo, che insegna ad ascoltare e fa nascere incontri, che azzera differenze e sottolinea le sintonie». La manifestazione è organizzata dall’associazione "Jazz & Conversation" e si avvale del supporto dei commercianti del centro storico di Pozzuoli, della collaborazione dell'azienda di cura, soggiorno e turismo e del patrocinio del Comune di Pozzuoli. © Riproduzione riservata