Domenica 19 novembre 2017 03:35

Capodimonte, il pianoforte di Antonio Maione concluderà ‘Musica alla Reggia’




NAPOLI - Domenica 31 luglio, alle ore 19,00, si terrà l’ultimo concerto del ciclo 'Musica alla Reggia' omaggio al luglio musicale di Capodimonte. Sarà un appuntamento tutto napoletano: il soprano Clarissa Costanzo e il basso Mariano Buccino, accompagnati dal pianoforte di Antonio Maione, offriranno un viaggio nel repertorio da quello reservato delle arie da camera a quello affascinante della canzone partenopea di autori tra cui Vincenzo Bellini, Francesco Paolo Tosti, Saverio Mercadante, Gaetano Donizetti e Luigi Denza. Antonio Maione si è diplomato in pianoforte con il massimo dei voti e la lode sotto la guida di Carlo Alessandro Lapegna, e ha studiato composizione con Gaetano Panariello e direzione d’orchestra con Francesco Vizioli, diplomandosi in Musica corale e direzione di coro e in Direzione d’orchestra. Ha seguito inoltre corsi di perfezionamento tenuti da Donato Renzetti per la direzione d’orchestra e Irwin Gage per la musica vocale da camera. Nel 1989 ha debuttato come pianista solista al Teatro di San Carlo di Napoli nello spettacolo Nijinskij con Carla Fracci: inizia così una lunga collaborazione artistica con la grande danzatrice che lo vedrà impegnato come pianista e maestro sostituto in importanti teatri come La Fenice di Venezia, il Lirico di Milano, il Filarmonico di Verona, il Verdi di Firenze, l’Olimpico di Vicenza ed altri. Ha lavorato al fianco di celebri cantanti come Mariella Devia, Leyla Gencer, Katia Ricciarelli e Luciana Serra. Ha inoltre collaborato con Roberto de Simone come pianista e maestro sostituto. Svolge attività concertistica come pianista e direttore d’orchestra. Ha recentemente collaborato con il Theatre du Rhin di Strasburgo per Matrimonio segreto di Cimarosa. Insegna Accompagnamento e Collaborazione al Pianoforte presso il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli. Il concerto si terrà all’aperto nella zona del Belvedere, con la sua splendida vista sul golfo di Napoli, recentemente ripristinata, e sarà a ingresso gratuito. Saranno disponibili 250 sedute per il pubblico ma senza limitazione di ingresso che potrà effettuarsi sia da Porta Piccola che da Porta Grande. © Riproduzione riservata