Venerdi 18 agosto 2017 05:14

E’ Munoz De La Nava il Re della Tennis Napoli Cup




NAPOLI - L'edizione 2015 della Tennis Napoli Capri Watch Cup parla spagnolo. Nella finale del singolare, andata in scena stamattina sul Centrale del Tennis club in Villa Comunale, Daniel Munoz De La Nava si è imposto su Matteo Donati con un nettissimo 6/2 6/1. Tribune piene e colpo d'occhio delle grandi occasioni per la finale di un torneo che ha saputo catturare l'attenzione dei napoletani, che hanno riempito gli spalti fin dalle qualificazioni. Speranze del pubblico riposte in Donati, ventenne talento alessandrino, arrivato in finale sulle ali di entusiasmo e freschezza. Di fronte a lui Daniel Munoz De La Nava, 33enne madrileno con una vastissima esperienza in fatto di Challenger Atp, arrivato in finale grazie ad una straordinaria regolarità. Pochi lampi, ma nessuna vera crisi. Lo spagnolo, anche oggi, ha fatto valere la propria esperienza e il proprio stile basato sulla solidità. E non c'è stata storia. Sulla terra rossa del Centrale, Donati ha tenuto per mezz'ora, prima di cedere sotto i colpi dell'avversario. Dopo il 2/2 nei primi quattro giochi, in cui il tennista piemontese aveva fatto addirittura la possibilità di strappare il servizio a Munoz De La Nava, è venuta fuori la superiorità dello spagnolo. Il 6/2 alla fine della prima partita fa intendere che Donati dovrà compiere un'impresa nel secondo set, vista la sicurezza con cui gioca il rivale. Il cambio di verso, però, non arriva. Anzi. Il tennista madrileno domina il secondo set e si impone con un nettissimo 6/1, facendo leva sui limiti di un avversario talentuoso, ma ancora acerbo. Gli errori esacerbano l'animo di Donati che, con il passare dei giochi, finisce fuori dal match. Al giovane tennista italiano non resta che accontentarsi del secondo posto. Resta comunque la soddisfazione di aver raggiunto la finale e aver entusiasmato il pubblico partenopeo. L'augurio del presidente del Tennis Club Napoli, Serra, di vederlo trionfare in futuro sulla terra rossa partenopea è più di un auspicio. Per il vecchietto terribile Munoz De La Nava, invece, la soddisfazione di una vittoria in un torneo giocato su ottimi livelli. L'appuntamento è all'anno prossimo. Sarà Atp 250? E' un proposito più che una speranza. La Napoli del tennis sogna una finale giocata all'Arena del Mare che fece innamorare il mondo in occasione della sfida in città per la Coppa Davis. © Riproduzione riservata